Il cortometraggio La neve non fa rumore – foto e trailer: Cineblog intervista il regista Nicola Sorcinelli

Dopo il cortometraggio Ice Scream, rimango incuriosita da La neve non fa rumore, lavoro di Nicola Sorcinelli. Lo contatto, mi mostra il cortometraggio e ne rimango affascinata. Ecco quindi che ve lo presento (di seguito foto e trailer) insieme ad una mini-intervista al regista. Il corto racconta la storia di Barbara, una donna normale che

di carla


Dopo il cortometraggio Ice Scream, rimango incuriosita da La neve non fa rumore, lavoro di Nicola Sorcinelli. Lo contatto, mi mostra il cortometraggio e ne rimango affascinata. Ecco quindi che ve lo presento (di seguito foto e trailer) insieme ad una mini-intervista al regista.

Il corto racconta la storia di Barbara, una donna normale che viene rapita e si ritrova in un luogo sconosciuto insieme ad un ragazzo di nome Carlo…. Il corto è semplice nella sua complessità, la colonna sonora, così come la fotografia, sono molto ben curate e la scenografia, naturale, aiuta l’atmosfera. Lo spettatore sente subito che in Carlo si nasconde qualcosa, del resto lo capisce anche Barbara. Ma come lei il pensiero è sfuggente e non riusciamo a dare una spiegazione. Nel nostro subconscio la risposta è lì, a portata di mano ma solo con il finale (accennato e buttato lì come una foglia al vento) il cuore ci batte più forte. E una lacrima potrebbe sorprenderci.

1. Nicola, ciao. Presentati ai lettori.
Un saluto a tutti i lettori di Cineblog! Sono Nicola Sorcinelli, ho 22 anni e sono l’autore e il regista del cortometraggio LA NEVE NON FA RUMORE e di tanti altri che giro dall’età di 11 anni. Vengo dalle Marche, più precisamente da un piccolo paese nella provincia di Pesaro e Urbino: San Costanzo. La mia passione per il cinema e per la regia credo siano nate con me, perché davvero non ho memoria di quando è iniziato questo mio tormento (in senso buono). Ho iniziato a fare i miei primi cortometraggi all’età di 11 anni e da li non mi sono più fermato. Poi a 14 anni ho iniziato ad avere i primi consensi dalle giurie di festival ed esperti del settore e questo mi ha dato un ulteriore spinta a continuare e provarci con tutte le forze.


La neve non fa rumore: foto, trailer e intervista al regista Nicola Sorcinelli
La neve non fa rumore: foto, trailer e intervista al regista Nicola Sorcinelli
La neve non fa rumore: foto, trailer e intervista al regista Nicola Sorcinelli
La neve non fa rumore: foto, trailer e intervista al regista Nicola Sorcinelli
La neve non fa rumore: foto, trailer e intervista al regista Nicola Sorcinelli
La neve non fa rumore: foto, trailer e intervista al regista Nicola Sorcinelli
La neve non fa rumore: foto, trailer e intervista al regista Nicola Sorcinelli
La neve non fa rumore: foto, trailer e intervista al regista Nicola Sorcinelli
La neve non fa rumore: foto, trailer e intervista al regista Nicola Sorcinelli

2. Partiamo dalla storia de La neve non fa rumore: da dove nasce?
Tutto nasce da un vecchio cappotto in una soffitta piena di polvere e ragnatele. Cercavo degli indumenti vecchi, stile anni 40 per girare un altro corto LA CACCIATRICE DI RANE, e nella ricerca mi imbatto in questo cappotto e mentre frugo nelle tasche trovo questa vecchia foto di gruppo, molto rovinata, che credo appartenesse al vecchio proprietario della soffitta. Da li mi è venuta in mente LA NEVE NON FA RUMORE, ho pensato alla fortuna che ho avuto nel trovare quella foto e quel cappotto pieni di una loro storia, e alla sensazione di mistero e voglia di sapere che mi hanno provocato. Ho iniziato quindi a scrivere di una donna, Barbara, che rapita si ritrova costretta a stare chiusa in questa vecchia buia e umida cantina, situata in luogo imprecisato in una montagna imprecisata. Lì incontra un ragazzino Carlo, di 10 anni, tra i due nasce un rapporto di reciproco aiuto e solo quando Carlo aiuterà Barbara a scappare e a trovare un vecchio cappotto per ripararsi dal freddo, lei scoprirà il suo tragico destino…

3. Come hai reclutato il cast?
Gli attori del corto sono tutti straordinari! Ho avuto la fortuna di lavorarci subito prima de LA NEVE NON FA RUMORE in uno spettacolo teatrale di Tommaso Capolicchio (che è anche lo sceneggiatore del corto) quindi in poche parole siamo rimasti in “famiglia”…

4. Passiamo alla parte pratica: come si fa a girare un corto del genere? Nel senso: i soldi dove li hai scovati?
I soldi? i soldi non c’erano… Il corto è costato 700€, e mi fa sempre piacere quando le persone mi dicono ma quanto hai speso? In realtà ho la fortuna di vivere in un posto magnifico, quindi le scenografie erano già pronte li per l’uso, ho tutti i miei amici che mi danno una mano grandissima in tutta la realizzazione, e soprattutto un grande direttore della fotografia che oltre ad illuminare lo scenario esattamente come me la ero immaginato durante la scrittura, costruisce lui stesso i mezzi di scena (carrelli, jimmy ecc) e in alcuni casi anche io ho costruito delle cose per fare dei movimenti di macchina. Quando non ci sono i soldi bisogna adattarsi..

5. Chi sono i tuoi registi preferiti? Per il corto ti sei ispirato a qualcuno?
Baz Luhrmann, Giuseppe Tornatore, Joe Wright, Jean Pierre Jeunet, Alejandro Gonzalez Inarritu. Per questo corto in particolare non credo di essermi ispirato a nessuno di questi grandi, ma forse inconsciamente, senza volerlo, a tutti loro.

6. Che genere di film vedi?
Io guardo tutto! A partire dal film straindipendente fino ad arrivare al mega colossal blockbuster. Amo molto i film in costume, e il cinema che più mi piace è sicuramente quello americano. Vado spessissimo al cinema, è la mia scuola, vado ad imparare, oltre che a divertirmi.

7. Molti lettori di Cineblog vorrebbero frequentare delle scuole per registi, tu hai qualche consiglio da dare?
Non credo di poter dare consigli… Anche perché sto ancora decidendo io se frequentare o meno una scuola di cinema.. Credo che la regia, l’immagine, l’arte in generale non sia una cosa che si possa insegnare, ci nasci. O sei predisposto o non lo sei… Una scuola sicuramente ti può insegnare tante cose a livello tecnico, che è molto importante, e soprattutto può farti conoscere persone, personaggi già “arrivati” di questo settore. Quindi sono un po’ in confusione anche io, investire quei soldi in una scuola? O magari raggrupparli per un film? Non lo so…

8. Il corto avrà una distribuzione?
Una volta aggiustato in alcuni punti sicuramente manderò LA NEVE NON FA RUMORE in più festival possibili. Nazionali ed internazionali.

9. Perché il titolo La neve non fa rumore?
Il titolo (e devo ringraziare Tommaso Capolicchio) credo che sia perfetto per questa storia.. La neve appunto quando cade non fa rumore, come un qualcosa che in realtà non c’è… che non esiste… e questo rimanda molto al corto… ma non posso dire altro, ho già detto troppo e finirei per svelare tutto.

10. Hai qualche idea per i prossimi lavori?
Ho tantissime idee. Milioni di idee, tanti soggetti già scritti, e non solo per cortometraggi. Uno in particolare mi piacerebbe sviluppare, ho già praticamente la sceneggiatura pronta, è un progetto molto ambizioso perché tutto in costume e con alcune scene di massa, quindi credo che dovrò andare alla ricerca di finanziatori, pubblici o privati, che possano “darmi una mano”. È dura. Lo so. Ma in un modo o in un altro riuscirò a fare anche questa!

Ringrazio tantissimo Nicola per la gentilezza e disponibilità e vi segnalo il gruppo su Facebook.

La neve non fa rumore
diretto da Nicola Sorcinelli
soggetto di Nicola Sorcinelli
sceneggiatura di Tommaso Capolicchio
fotografia Piero Barazzoni
con Barbara Folchitto, Nicolò Diana, Anna Gigante, Nicola Sorcinelli, Paola Ricci.

IL TRAILER

I Video di Cineblog

Ultime notizie su Film Italiani

Tutto su Film Italiani →