Furio Scarpelli, addio a un grande sceneggiatore del cinema italiano

Il suo nome proprio lo ricordano in pochi, ma il suo cognome insieme a quello dell’amico e collega Agenore Incrocci (scomparso nel 2005) è diventato un marchio di fabbrica conosciuto in tutto il mondo, Age & Scarpelli. Si è infatti spento lo scrittore, vignettista e sceneggiatore Furio Scarpelli, considerato uno dei padri della commedia all’italiana.

Il suo nome proprio lo ricordano in pochi, ma il suo cognome insieme a quello dell’amico e collega Agenore Incrocci (scomparso nel 2005) è diventato un marchio di fabbrica conosciuto in tutto il mondo, Age & Scarpelli.

Si è infatti spento lo scrittore, vignettista e sceneggiatore Furio Scarpelli, considerato uno dei padri della commedia all’italiana. Scarpellli aveva da poco compito 90 anni.

Age & Scarpelli hanno firmato alcuni dei più celebri film di Totò, tra cui Il vedovo allegro (1949) e Totò sceicco (1950) di Mario Mattoli; La banda degli onesti (1956) di Camillo Mastrocinque. A loro va il merito di aver dato vita a capolavori come I soliti ignoti (1958), La grande guerra (1959), e L’armata Brancaleone (1966) di Mario Monicelli, ma anche I mostri (1963) e In nome del popolo italiano (1971) e tanti altri.

Lo salutiamo con una scena entrata nella storia da I soliti ignoti.

I Video di Cineblog

Ultime notizie su Film Italiani

Tutto su Film Italiani →