Festival di Venezia 2010: I baci mai dati di Roberta Torre apre Controcampo italiano

Festival di Venezia 2010: I baci mai dati di Roberta Torre apre Controcampo italianoOrmai ci siamo: con il 29 luglio, data della conferenza stampa ufficiale in cui verrà svelato il programma, ormai alle porte, la 67. Mostra del Cinema di Venezia inizia ad ufficializzare i primissimi nomi del suo cartellone. Dopo i film che apriranno e chiuderanno Orizzonti, ecco che abbiamo anche il film d'apertura della sezione Controcampo italiano, introdotta nuovamente durante la scorsa edizione: si tratta de I baci mai dati di Roberta Torre.

La regista, il cui ultimo lavoro è stato il discusso Mare nero, ci narra la vicenda di Manuela, tredicenne cresciuta in fretta, che vive nel sobborgo di una grande città del sud Italia, Librino. Un giorno, per noia e per gioco, s'inventa di poter fare miracoli. Viene creduta e da quel momento irrompe nella sua vita un'umanità affamata e bisognosa che le chiede di tutto: dal posto di lavoro perduto alla vittoria del campionato di calcio. Sua madre, Rita, ex miss del quartiere, si accorge di poterne fare un business. Questo stravolge gli equilibri del microcosmo in cui si muovono i personaggi della vicenda, che si troveranno coinvolti in un disegno più grande di loro. Fino a quando quello che sembra un evento straordinario e inspiegabile accadrà sul serio...

Gli interpreti del film, che verrà presentato venerdì 3 settembre in Sala Grande, sono Donatella Finocchiaro, Pino Micol, Giuseppe Fiorello, Carla Marchese, Valentina Giordanella, Martina Galletta, Alessio Vassallo e Piera Degli Esposti. Svelata anche la Giuria della sezione: il Presidente sarà Valerio Mastandrea, accompagnato da Susanna Nicchiarelli (vincitrice l'anno scorso con Cosmonauta) e Dario Edoardo Viganò (presidente dell'Ente dello Spettacolo e direttore della "Rivista del cinematografo"). Al vincitore di Controcampo italiano Kodak offrirà un premio del valore di 40.000 euro in pellicola cinematografica negativa nei formati 35 o 16mm (a discrezione del vincitore), che gli permetterà di girare un altro lungometraggio.

Fonte: Comunicato La Biennale

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: