Giorgio Pasotti recensisce The Karate Kid: la leggenda continua

Dopo avervelo recensito in anteprima, venerdì 3 settembre esce finalmente anche nelle sale italiane, con 360 copie a disposizione, The Karate Kid: la leggenda continua, rischioso e temuto remake del classico degli anni 80. Per l’occasione Giorgio Pasotti, cintura nera all’età di tredici anni, che ha studiato arti marziali a Pechino e lavorato con le



Dopo avervelo recensito in anteprima, venerdì 3 settembre esce finalmente anche nelle sale italiane, con 360 copie a disposizione, The Karate Kid: la leggenda continua, rischioso e temuto remake del classico degli anni 80.

Per l’occasione Giorgio Pasotti, cintura nera all’età di tredici anni, che ha studiato arti marziali a Pechino e lavorato con le più grandi star cinesi, ha vestito i panni del critico cinematografico per il mensile Ciak. Questa la sua analisi sul film:

“[…] la storia del nuovo Karate Kid mi ha preso e Jaden Smith mi ha molto impressionato, ha un viso molto espressivo, tenero, non è macchiettistico; non solo è un bravo attore, ma è anche un ottimo artista marziale […]”. “[…] Di Karate Kid: la leggenda continua mi hanno colipito molto anche i viaggi che l’allievo Jaden Smith e il maestro Jackie Chan fanno all’interno di una Cina che non è da cartolina […]”. “[…] durante questo film, piacevole e scorrevole, ammetto che in più di un passaggio mi è venuta la pelle d’oca”.

Ma voi che ne dite… riuscirà la pellicola a replicare anche in Italia l’inatteso boom americano?

Ultime notizie su Remake

Tutto su Remake →