Christopher Nolan a Roma parla di Inception, Batman 3 del 3D

600. Tante saranno le copie di Inception che venerdì invaderanno l’Italia, ultimo paese al mondo a dover ancora vedere il capolavoro di Christopher Nolan. Un successo, quello del film della Warner, a 360° e pronto a battere addirittura Il Cavaliere Oscuro negli incassi esteri, ovvero fuori dagli States, avendo raccolto 468,100,000 dollari, contro i 468,576,467



600. Tante saranno le copie di Inception che venerdì invaderanno l’Italia, ultimo paese al mondo a dover ancora vedere il capolavoro di Christopher Nolan. Un successo, quello del film della Warner, a 360° e pronto a battere addirittura Il Cavaliere Oscuro negli incassi esteri, ovvero fuori dagli States, avendo raccolto 468,100,000 dollari, contro i 468,576,467 di The Dark Knight. Spiccoli di differenza, che verranno ampiamente raccolti non solo in Italia ma anche nel resto del mondo, visto quanto il film di Nolan, ancora oggi, sta incassando. Accolto a Roma da un clima tipicamente londinese, cupo e nuvoloso, il regista ha colloquiato con la stampa, concedendosi garbatamente e pacatamente alla solita trafila di domande, fino all’inattesa fuga finale, che ha lasciato con l’amaro in bocca più di qualche collega, a caccia di foto ricordo e autografi.

Accompagnato dalla produttrice Emma Thomas, Nolan ha confidato come anche lui sia rimasto stupito dal successo ottenuto al box office dal film. Incassi andati nettamente sopra ogni più rosea aspettativa, che non hanno fatto altro se non premiare il coraggio della Warner, ringraziata pubblicamente dal regista per avergli dato totale carta bianca, firmando un vero e proprio ‘atto di fede’ nei suoi confronti. Non avendo presentato nemmeno uno storyboard, utile per spiegare ‘visivamente’ la complicatissima trama, Nolan si è affidato alla sola sceneggiatura, nata 10 anni fa e letta e approvata quasi a scatola chiusa dai capoccioni della major, riusciti a capire dove realmente stesse andando a parare il film solo dopo averlo visto sullo schermo, dopo un primissimo e ovviamente parziale montaggio. Confermando il proprio omaggio letterario a Borges e a maestri come Scott e Kubrick, con accenni a 2001: Odissea nello Spazio e Blade Runner riscontrabili all’interno del film, il regista di Batman ha ammesso come proprio il successo de Il Cavaliere Oscuro gli abbia dato l’opportunità di poter realizzare un film così personale e commercialmente rischioso, tanto da augurarsi, e implicitamente consigliare, di fare altrettanto ai tanti colleghi registi che quotidianamente combattono con le major hollywoodiane. Se avete successo con un film, sfruttatelo per la pellicola successiva, ampliando le vostre libertà e correndo dei rischi. Nolan l’ha fatto, grazie anche alla fiducia dei produttori, ed Inception ne è lo splendido esempio.

Toccato con mano l’argomento Uomo Pipistrello, Nolan ha confermato di essere al lavoro sul 3° capitolo dedicato al celebre personaggio DC Comics. Attualmente impegnato in cabina di sceneggiatura insieme al fratello, il regista non ha voluto rivelare papabili nomi legati al cast ne’ dare indicazioni sul possibile via alle riprese, confermando solo l’uscita nei cinema americani per il 20 luglio del 2012. A tal proposito, parlando di progetti futuri, Nolan ha nuovamente esplicitato i suoi dubbi sul 3D, soffermandosi soprattutto sulle preoccupazioni che riguardano la luminosità della pellicola, limitata a causa degli occhialetti, aggiungendo come veda la terza dimensione più adatta a qualcosa di ‘più piccolo e personale’, come ad esempio i videogames. Rimanendo proprio sul tema videogiochi, il regista ha sottolineato come il mondo di Inception sia infinito, tanto da poter essere tranquillamente ripreso in mano. Con prequel, sequel o spin-off? Per ora con un videogioco, in fase di lavorazione. Poi nulla è impossibile. Non per Christopher Nolan

Fonte Foto: Wpri

Ultime notizie su Film in 3d

Tutto su Film in 3d →