Mad Max: Fury Road rinviato al 2012 per colpa del dollaro australiano

Maledetto dollaro australiano. Ennesima battuta d’arresto per il via alle riprese di Mad Max: Fury Road. Se inizialmente George Miller era pronto a tornare sul set del suo celebre Mad Max a fine 2010, tutto era stato poi spostato ad inizio 2011. Ora, incredibile ma vero, la produzione sarebbe slittata addirittura di un anno, ovvero

Maledetto dollaro australiano. Ennesima battuta d’arresto per il via alle riprese di Mad Max: Fury Road. Se inizialmente George Miller era pronto a tornare sul set del suo celebre Mad Max a fine 2010, tutto era stato poi spostato ad inizio 2011. Ora, incredibile ma vero, la produzione sarebbe slittata addirittura di un anno, ovvero tra la fine del 2011 e l’inizio del 2012. La motivazione? L’aumento del valore del dollaro australiano, che al momento porterebbe il budget del film alle stelle. I quasi 200 milioni di dollari praticamente annunciati, per un doppio capitolo da girare contemporaneamente, per un anno intero di lavorazione, potrebbero infatti salire del 20% a causa del fortissimo dollaro australiano.

Per Miller è il 2° film che ‘salta’ a poche settimane dal via delle riprese, dopo l’annullamento improvviso e imprevisto di Justice League, nel 2008, targato Warner. Tom Hardy, Charlize Theron, Nicholas Hoult, Riley Keough, Zoe Kravitz, Adelaide Clemens e Teresa Palmer Che i protagonisti della pellicola, che a questo punto non vedremo al cinema prima del 2013.

Il 18 novembre 2011, invece, George Miller tornerà in sala con il sequel di un’altra sua riuscita creatura, che lo portò fino all’Oscar nel 2006, ovvero Happy Feet 2 in 3D.

I Video di Cineblog

Ultime notizie su Sequel

Tutto su Sequel →