3D Mania: in Italia ha già stancato?

100 milioni di euro in due. Lo scorso anno il 3D portò una ventata d’aria fresca al botteghino italiano. 65 milioni di euro per Avatar, incasso più alto di sempre, poco più di 30 per Alice in Wonderland. Ma non furono solo questi due titoli a beneficiarne. L’era Glaciale 3 entrò nella storia del box



100 milioni di euro in due. Lo scorso anno il 3D portò una ventata d’aria fresca al botteghino italiano. 65 milioni di euro per Avatar, incasso più alto di sempre, poco più di 30 per Alice in Wonderland. Ma non furono solo questi due titoli a beneficiarne. L’era Glaciale 3 entrò nella storia del box office nostrano incassando ben 29.686.311 euro, A Christmas Carol arrivò ai 17, Up ai 16, senza dimenticare gli 8 di Scontro tra Titani, i 6 di Piovono Polpette, per finire con i boom inattesi di Viaggio al centro della Terra 3D e San Valentino di sangue 3D, che anticiparono Avatar e approfittarono della curiosità nei confronti della ritrovata ‘terza dimensione’, incassando 8 e 6 milioni di euro.

Con il passare del tempo, e la quantità sempre più imponente di film in 3D, la magia del giocattolo sembra però essersi rotta. E con annessa relativa ‘mania’. D’altronde sono gli incassi a parlare chiaro, chiarissimo. Lo scorso anno nelle prime 3 posizioni della Top10 avevamo tre titoli in 3D, con altri 2 film in Top10. 5 su 10, per un totale di 160 milioni di euro incassati. Quest’anno ai primi quattro posti della chart abbiamo addirittura quattro film italiani, con appena 2 film in 3D tra i primi 10, ovvero Shrek 4, sesto con 17 milioni di euro, e Cattivissimo Me, 8° con poco più di 12 milioni di euro. 11° e 12° posto per Rapunzel e Narnia 3, con film attesi, e teoricamente ‘trascinati’ dal 3D, trasformatisi in clamorosi disastri. E’ il caso di Tron Legacy, 5.765.746 euro, de L’Ultimo dominatore dell’Aria, 5.678.222 euro, Il Regno di Ga’ Hoole, 1.597.053 euro, Cani e Gatti 2, 1.332.291 euro, fino a l’Orso Yoghi, riuscito ad incassare appena 732.186 al suo esordio.

Se 12 mesi fa il 3D sembrava un incentivo, un ‘più’, un dolce richiamo, ora appare quasi come una zavorra. Colpa delle major, che riconvertono malamente in terza dimensione con il solo scopo di lucrare sul prezzo maggiorato dei ticket, di molte sale italiane, obiettivamente deficitarie dal punto di vista tecnologico, e di un 3D che paradossalmente dal boom di Avatar sembra aver fatto passi indietro da gigante, amplificandone più i difetti (scarsa luminosità) che le potenzialità (profondità). Se non fosse che non c’è più tempo per correre ai ripari, considerando che il 2011 sarà l’anno dell’invasione, visto che di film in 3D, numeri alla mano, ne usciranno quasi uno a settimana. Ma voi che ne dite… è la mania che sta calando o lo scarso appeal dei titoli chiamati a ‘sfruttarlo’? Delle major che lo stanno spremendo o del pubblico che più semplicemente si è già stufato dell’effetto ‘novità’?

I Video di Cineblog

Ultime notizie su Film in 3d

Tutto su Film in 3d →