World War Z batte Man of Steel al botteghino italiano

2 milioni di euro incassati in 4 giorni, ovvero come ti straccio Superman e volo in testa al botteghino tricolore. Buona partenza per World War Z

Passaggio di consegne sul trono del botteghino italiano, grazie all'ultima uscita monster in grado di dar fiato alle sale tricolori. World War Z ha infatti rastrellato 2.020.296 euro in 4 giorni di programmazione, facendo meglio di Superman, After Earth - Dopo la fine del mondo e Star Trek 2, inferiori all'esordio. 278.601 i ticket staccati, per un titolo che dovrebbe facilmente superare la soglia dei 5 milioni sul suolo italiano.

Dopo solo 7 giorni di dominio ha così dovuto cedere lo scettro Man of Steel. Calo importante per la pellicola di Zack Snyder e totale che lentamente si avvicina ai 4 milioni di euro, risultato oggettivamente al di sotto delle aspettative della vigilia. Finita la pacchia cinematografica grazie a questi due titoli, arriva poi il vuoto. Ovvero le briciole d'incasso per tutti gli altri film in programmazione.

Chi supera la soglia dei 4 milioni di euro è After Earth - Dopo la fine del mondo, mentre Una notte da Leoni 3 arriva ai 12.351.312 euro e La Grande Bellezza abbatte il muro dei 6 milioni. Se Le Avventure di Peter Pan riesce ad incassare ben 240.527 euro, con 53.357 ticket staccati, in solo 48 ore, tra le vecchie conoscenze troviamo Cha Cha Cha, arrivato ai 200.000 euro, traguardo quasi raggiunto anche da Passione e Desideri e già toccato dal francese Dream Team. Into Darkness - Star Trek è invece arrivato al suo fine corsa, con meno di 2 milioni di euro in cassa. Un'altra cocente delusione, dopo il flop del primo capitolo. Segno che Kirk e Spock, in Italia, non piacciono.

Altro fine settimana da blockbuster il prossimo, grazie allo sbarco di The Lone Ranger, in sala da mercoledì, a cui seguiranno Questi sono i 40, To The Wander, The East e The Last Exorcism - Liberaci dal male. In attesa di Pacific Rim, dall'11 luglio al cinema. Perché l'estate cinematografica, quest'anno, non va in vacanza neanche in Italia.

  • shares
  • Mail