Mia moglie per finta conquista il box office americano, ma è boom Justin Bieber con Never Say Never

Doveva vincere il fine settimana, considerando soprattutto il ‘peso’ dei suoi due protagonisti, e così è stato. Ma con fatica. Esordio positivo per Just Go With It, diventato per i cinema nostrani Mia moglie per finta. 31 milioni di dollari in 72 ore per la commedia della Sony, con una media per sala di 8,737



Doveva vincere il fine settimana, considerando soprattutto il ‘peso’ dei suoi due protagonisti, e così è stato. Ma con fatica. Esordio positivo per Just Go With It, diventato per i cinema nostrani Mia moglie per finta. 31 milioni di dollari in 72 ore per la commedia della Sony, con una media per sala di 8,737 dollari. Prosegue così il successo della coppia Dennis Dugan/Adam Sandler, arrivati al 4° film consecutivo e sempre i 30 milioni di dollari d’incasso. Stroncati dalla critica, i film dei due piacciono al pubblico, con il tetto dei 100 milioni comunque non così scontato per questo Just Go With It. Seconda piazza ma vittoria ‘morale’ per Justin Bieber e il suo Never Say Never. Esordio superiore ad ogni più rosea previsione per il docu-film della Paramount, riuscito ad incassare la bellezza di 30 milioni di dollari in 3 giorni, con la straordinaria media per sala di 9,746 dollari. Il baby fenomeno si conferma così una macchina da soldi anche al cinema.

3° piazza per un’altra novità del fine settimana, ovvero Gnomeo and Juliet. 25 milioni e mezzo di dollari per il cartoon della Disney, con un’ottima media per sala di 8,517 dollari, seguito da The Eagle. Poco più di 8 i milioni raccolti dal film della Focus, con una media per sala decisamente deludente, pari a 3,741 dollari. Calo contenuto, pari al -44.0%, ma crollo dalla 1° alla 5° posizione per The Roommate, arrivato ai 26 milioni di dollari, dopo esserne costati ‘solo’ 16, seguito dallo straordinario Il Discorso Del Re, riuscito nell’impresa di perdere appena il -3.9% sugli incassi, dopo ben 12 settimane di programmazione, ed arrivare ai 92 milioni di dollari, dopo esserne costati 15. Supererà il tetto dei 100 milioni entro la prossima settimana, per poi volare verso la notte degli Oscar.

Sono invece 60 i milioni incassati da Amici, Amanti e…, con Sanctum 3D calato di un altro -45.7%, e arrivato ai 17 milioni di dollari, dopo esserne costati 30. 160 i milioni di dollari incassati da Il Grinta dei Coen, seguito da The Green Hornet, arrivato ai 92 milioni di dollari, e The Rite, uscito dalla Top10 con in tasca appena 29 milioni di dollari, dopo esserne costati 38. Rimanendo in ‘tema Oscar’ da segnalare gli 85 milioni di dollari incassati da The Fighter, i 99 de Il Cigno Nero, i 17 di 127 Ore e i 97 di The Social Network. Weekend ricchissimo il prossimo, con il ritorno di Martin Lawrence con Big Mommas: Like Father, Like Son, quello di Unknown e soprattutto Io sono il numero Quattro. Chi riuscirà a vincere la ‘guerra’ del box office americano?

I Video di Cineblog