Pirati dei Caraibi: Oltre i Confini del Mare - primo banner con Jack Sparrow e una pioggia di curiosità dal set

 Pirati dei Caraibi: Oltre i Confini del Mare - primo banner con Jack Sparrow

Il 18 maggio è sempre più vicino, con Jack Sparrow ormai pronto a tornare in sala. 70 giorni esatti mancano allo sbarco al cinema di Pirati dei Caraibi: Oltre i Confini del Mare, 4° capitolo della celebre saga. Oggi, oltre ad un banner con Johnny Depp ovviamente protagonista, ecco arrivare una pioggia di curiosità dal set, che non potevamo non farvi conoscere. Diretto da Rob Marshall, subentrato a Gore Verbinski, scritto da Terry Rossio e Ted Elliot, Pirates of the Caribbean: On Stranger Tides vede nel cast Geoffrey Rush, Ian McShane, Penelope Cruz, Astrid Bergès-Frisbey, Gemma Ward e Sam Claflin, tutti al fianco di Johnny Depp.

Questa la trama: Il capitano Jack Sparrow incontra una fiamma del suo passato e sembra incapace di capire se si tratti di amore o se lei lo stia usando spietatamente per trovare la leggendaria Fontana della Giovinezza. Quando lei lo costringe a salire sulla Queen Anne’s Revenge, la formidabile nave di suo padre, il pirata Barbanera, per Jack ha inizio un’avventura inaspettata nella quale non sa chi temere di più: Barbanera o la donna dal suo passato.

Curiosità:
* In “Pirati dei Caraibi: oltre i confini del mare” Johnny Depp veste nuovamente i panni di Jack Sparrow nella sua più grande avventura di tutti i tempi: la ricerca della leggendaria Fonte della Giovinezza.

* “Pirati dei Caraibi: oltre i confini del mare” è prodotto da Jerry Bruckheimer, che ha prodotto i precedenti tre capitoli del franchise dei “Pirati”, ed è diretto da Rob Marshall, regista di “Chicago” e “Memorie di una geisha”.

* “Pirati dei Caraibi: oltre i confini del mare” è il primo film della franchise dei “Pirati” ad essere girato in Disney Digital 3D™ e la prima avventura epica completamente live action ad essere girata in esterno con macchine da presa Red 3D.

* Nuovi personaggi si aggiungono al divertimento della nuovissima avventura in “Pirati dei Caraibi: oltre i confini del mare”: Barbanera (Ian McShane), il peggiore fra i pirati scellerati; Angelica (Penélope Cruz), un genio della truffa proveniente dal passato di Jack Sparrow; Syrena (Astrid Bergès-Frisbey), la mistica creatura marina; e Philip (Sam Claflin), il giovane e misterioso missionario.

* L’attrice spagnola Penélope Cruz, che interpreta Angelica, porta sullo schermo la parità dei sessi tra i pirati. Il suo personaggio è in tutto e per tutto avventuroso, scaltro e astuto quanto Capitan Jack Sparrow, con il quale condivide un vivace passato.

* A dare vita al leggendario e terribile pirata Barbanera in “Pirati dei Caraibi: oltre i confini del mare” è l’attore Ian McShane, conosciuto per la sua performance premiata con il Golden Globe® in “Deadwood”.

* Per la quarta volta, in “Pirati dei Caraibi: oltre i confini del mare” Geoffrey Rush veste nuovamente i panni del Capitano Hector Barbossa. Barbossa, la nemesi di Jack Sparrow, è un maestro di spada e un pirata che non conosce compromessi, e vede se stesso come uomo d’onore, nonostante la sua vocazione. Fino al precedente film della serie, “Pirati dei Caraibi: ai confini del mondo”, il nome di battesimo di Barbossa, Hector, non era stato pronunciato da nessuno dei personaggi.

* Sebbene in Francia sia un’attrice molto conosciuta, Astrid Bergès-Frisbey debutta nel suo primo film americano “Pirati dei Caraibi: oltre i confini del mare”, nel ruolo della mistica creatura marina Syrena.

* Nonostante abbia trascorso oltre 2 mesi alle Hawaii, ad Astrid Bergès-Frisbey non era concesso di divertirsi durante i suoi giorni di riposo… interpretando la creatura soprannaturale conosciuta come Syrena, doveva mantenere una carnagione pallida.

* Sam Claflin, che interpreta il giovane missionario Philip, viene dall’Inghilterra, dove ha frequentato la London Academy of Music and Dramatic Art.

* Keith Richards torna in un cammeo nel ruolo di Capitan Teague, il padre di Jack Sparrow, nel quarto capitolo della franchise “Pirati dei Caraibi”.

* L’australiana Gemma Ward, che interpreta Tamara, una delle otto sirene in “Pirati dei Caraibi: oltre i confini del mare”, ha cominciato come modella all’età di 14 anni e ha già mostrato la sua bellezza su oltre 20 copertine di Vogue.

* Il surfista di livello mondiale Tamayo Perry era uno dei sei hawaiiani membri della ciurma della Queen Anne’s Revenge scelta da Rob Marshall. Ma questo non era il primo lavoro di Tamayo Perry con i Walt Disney Studios. Ha fatto la controfigura di un surfista nel film, e uno dei concorrenti del personaggio nel titolo, in “Johnny Tsunamy” nel 1999.

* Sebbene Yuki Matsuzaki sia il primo attore giapponese a interpretare un pirata nella serie “Pirati dei Caraibi”, non è il primo nel suo paese a interpretare un piarata in un film live action Walt Disney Pictures. L’onore è spettato a Sessue Hayakawa, che ha interpretato il comandante di un gruppo di pirati che attaccano gli eroi nel film del 1960 “Robinson nell’isola dei corsari”.

* “Pirati dei Caraibi: oltre i confini del mare” vede il production designer John Myhre collaborare per la quinta volta con il regista Rob Marshall. Myhre è stato premiato con l’Academy Awards® per la Migliore scenografia per entrambi i film “Chicago” e “Memorie di una geisha”.

* “Pirati dei Caraibi: oltre i confini del mare”, come si addice a un film sui pirati, è stato girato in cinque diverse isole: Kauai, Oahu, Puerto Rico, Palominito (in una piccola isola al largo della costa orientale dell’isola) e, sebbene di natura decisamente non tropicale, Gran Bretagna.

* “Pirati dei Caraibi: oltre i confini del mare” è il più grande film girato press l’Old Royal Naval College di Greenwich, riprendendo un numero di scene complesse maggiore di ogni altra precedente produzione.

* In Inghilterra, “Pirati dei Caraibi: oltre i confini del mare” è stato girato in 3 dei più importanti luoghi storici: l’Old Royal Naval College di Greenwich, Hampton Court Palace e Middle Temple a Londra.

* Durante le riprese nei vasti ambienti del National Tropical Botanical Garden di Kauai, proprio come il Coco Palms Hotel di Wailua, la lunga distanza tra il campo base e le location dove avevano luogo le riprese notturne sono state rese visibili dalla produzione in modo hawaiiano… i sentieri erano illuminati da torce in bamboo!

* Durante le riprese nella fitta piantagione di cocco, presso il famoso e ormai chiuso Coco Palms Hotel di Wailua (dove Elvis una volta cantò “Blue Hawaii” per il film omonimo), sono state raccolti i frutti di 773 palme da cocco per evitare che con il loro peso cadessero sulle sfortunate teste del cast e della troupe.

* Completamente funzionante, la Queen Anne’s Revenge è la prima nave storica a far parte dei film della franchise “Pirati dei Caraibi”.

* La leggendaria Fonte della Giovinezza, la cui acqua si dice faccia tornare giovane chiunque la beva, è stata l’oggetto di un’intensa, ma inutile, ricerca dell’esploratore spagnolo Ponce de León nel 1500. Ora tocca a Jack Sparrow trovare la magica fontana in “Pirati dei Caraibi: oltre i confini del mare”. Un omaggio a Ponce de León si trova presso lo spazio dedicato ai Pirati dei Caraibi a Disneyland, California: Un modello di scheletro lo rappresenta nella cabina.

* Nella metà di Gennaio 2011, è stato riferito che una squadra di archeologi ha scoperto resti della spade di Barbanera mentre portavano alla luce la sua nave, la Queen Anne’s Revenge, al largo delle coste del Nord Carolina (dove rimase incagliata nel XVIII secolo). La vera Spada di Tritone, forse?

  • shares
  • Mail