• Film

Il CercaFilm: l’alieno pericolosamente innocuo

Il CercaFilm torna a sondare il terreno della fantascienza, tutt’altro che avaro di pellicole più o meno (s)conosciute. Dato che colui che ci ha inviato la richiesta, ossia Andrea, sembra non avere davvero omesso nulla riguardo a cosa ricorda, diremmo di dargli immediatamente la parola. Ho bisogno del vostro aiuto per capire che razza di

Il CercaFilm torna a sondare il terreno della fantascienza, tutt’altro che avaro di pellicole più o meno (s)conosciute. Dato che colui che ci ha inviato la richiesta, ossia Andrea, sembra non avere davvero omesso nulla riguardo a cosa ricorda, diremmo di dargli immediatamente la parola.

Ho bisogno del vostro aiuto per capire che razza di film mi ricordo a pezzi, mi sta tirando scemo! Innanzitutto è piuttosto datato, almeno 8 – 10 anni fa l’ho visto sulla RAI. Il genere è fantascientifico poiché si parla di alieni. La scena che ricordo meglio è la seguente: un bozzolo/navetta spaziale viene ritrovato sulla terra da un gruppo di scienziati (che se non sbaglio sono in qualche modo isolati dal resto del mondo, forse a causa di una tempesta di neve ad un polo).

Ovviamente il gruppo si divide su due pareri: aprire il bozzolo e vedere cosa c’è dentro oppure aspettare e riferire la notizia al resto del mondo. Altro dettaglio che ricordo è che la navetta/bozzolo emana un segnale radio captato dai computer della struttura in cui si trova, messaggio riportato su un monitor sotto forma di numeri, è infatti criptato. Un esperto cerca di decrittarlo mentre gli altri decidono se aprire o no il bozzolo (tra l’altro con una sega circolare…).

Ad un certo punto una ragazza, raccontando all’esperto informatico di un videogioco che usava da piccola, fa nascere un idea per decrittare il messaggio. Mentre il computer inizia a decrittare il messaggio una lettera per volta, il resto degli uomini ha deciso di aprire la navetta e si accinge a segarla. Il messaggio viene decrittato e recita testualmente “DO NOT OPEN”. L’esperto e la ragazza tentano di avvertire gli altri ma non arrivano in tempo alla stanza in cui si trovano. Così uno degli uomini apre la navetta e, a quanto ricordo, libera un virus alieno che uccide istantaneamente circa metà dei presenti, oltre a liberare l’alieno che era dentro (per chi avesse giocato a starcraft era vagamente simile ad un’idralisca, solo bipede).

Poi ho un vuoto totale fino ad un altro pezzo in cui l’esperto informatico (che dovrebbe essere il protagonista) viene a contatto telepatico con questo alieno e scopre la sua “storia”: proviene da marte, dove ha consumato tutti gli esseri viventi involontariamente (lo fa per vivere se non ricordo male). Infatti l’alieno ha questa particolare capacità di “assorbire” l’energia, per esempio vi è un’altra scena che ricordo in cui una torcia rotola sul pavimento e finisce vicino all’alieno. Lui la tocca con un dito munito di artiglio nella parte del filamento e letteralmente la scarica, come se prendesse l’energia delle batterie, spegnendola. Ultimo dettaglio che potrebbe tornare utile è che l’alieno non è cattivo di indole, o quantomeno mi pare.

E’ tutto! Al solito, non esitate a contattarci all’indirizzo [email protected] per richiedere i titoli di quei film che tanto vi hanno colpito e che vorreste rivedere.