Un tuffo nel passato: Recensione in Anteprima e trailer italiano

La recensione della commedia USA “Un Tuffo nel passato”, con John Cusack, in più il trailer italiano: tutto su Cineblog

Tre amici di vecchia data decidono di prendersi una vacanza dallo stress della vita quotidiana e tornano nel loro albergo del cuore, insieme al giovane nipote di uno di loro. Dopo aver trascorso la prima notte in una malandata vasca idromassaggio, che contiene più alcol che acqua, si risvegliano inspiegabilmente nell’anno 1986. All’inizio lo spaesato quartetto stabilisce di non toccare nulla, per non turbare il continuum spazio-tempo, ma la tentazione di cambiare il passato per migliorare il presente è troppo forte.

Un tuffo nel passato viene presentato come un riuscito mix tra Una notte da leoni e Ritorno al futuro. Per questo motivo ci aspettavamo qualcosa di più da questa commedia americana uscita nel 2010 e arrivata con un anno di ritardo nelle nostre sale. In realtà, il film non è “fresco” quanto il primo The Hangover e non si sforza di giocare coi paradossi temporali nello stesso modo affascinante e “coerente” del cult di Zemeckis, limitandosi a scimmiottare.

Del resto, la questione della seconda possibilità, del quarantenne insoddisfatto che viaggia nel passato e si ritrova giovane, è stata già sfruttata tantissime volte dal cinema. Così come quella dei vantaggi e dei rischi legati alla teoria del “butterfly effect”. A guardare bene, le uniche varianti sul tema 17 again riguardano il “ringiovanimento di gruppo”, la forma della macchina del tempo (una Jacuzzi) e il fatto che venga sfruttato lo scenario della stazione sciistica, stile Vacanze di Natale, piuttosto che il corridoio di un liceo.

Gli anni Ottanta sono ricostruiti con una certa dovizia di particolari e la colonna sonora suona adeguatamente “vintage”, ma Un tuffo nel passato sceglie di non sguazzare nella nostalgia, sfottendo alcune delle “ingenuità” che hanno caratterizzato quel particolare periodo storico. Per non dimenticare la premessa del viaggio nel tempo bisogna però stare al gioco, dato che i nostri eroi vengono mostrati in versione teenager, interpretati da attori più giovani, soltanto per un paio d’inquadrature.

L’omaggio alla saga di Ritorno al Futuro voluto dal regista si concretizza con una serie di apprezzabili citazioni che includono un’esibizione musicale stile “Incanto sotto il mare” e la presenza di Crispin Glover, indimenticato papà di Marty McFly. Gli sketch legati al suo sfortunato personaggio sono oltretutto tra i più riusciti. L’altra stagionata guest-star ingaggiata dalla produzione, il mitico Chevy Chase, non viene invece sfruttata a dovere.

Le occasioni per sorridere non mancano ma a conti fatti l’ultima pellicola di Steve Pink risulta godibile quanto dimenticabile, proprio come il suo lavoro precedente. Quello che il trailer non dice, neppure quello senza censure, è che in certi momenti l’atmosfera goliardica prenderà il sopravvento con brusche e inaspettate accelerazioni sull’irriverente. Un umorismo di grana molto grossa che sembra uscito dai fastidiosi sequel direct-to-video di American Pie, incentrato su fiumi di cocaina, cacche di cane, vomito a spruzzi e… fellatio forzate.

Chi ama il lato “sporco” e maschilista della risata apprezzerà senz’altro queste gag ma è comunque roba che non ci si aspetta di trovare in una commedia con John Cusack (adulto) in copertina. Non a caso, la star che doveva rappresentare il simbolo vivente degli eightiees non sembra troppo a suo agio, e si rivela l’anello debole dell’intera gabbia di matti.

Un tuffo nel passato uscirà nelle sale italiane il 24 giugno.

Voto Roberto: 6

Un tuffo nel passato (Hot Tub Time Machine, USA 2010 – Commedia – 100′) di Steve Pink con John Cusack, Rob Corddry, Clark Duke, Chevy Chase, Craig Robinson, Crispin Glover, Lizzy Caplan, Sebastian Stan, Lyndsy Fonseca, Collette Wolfe, Charlie McDermott, Kellee Stewart.

Ecco il trailer italiano:

Ultime notizie su Film Americani

Tutto su Film Americani →