Sacha Baron Cohen NON sarà Freddie Mercury - abbandonato il progetto

Mancavano solo un regista e il cast di contorno, eppure il biopic su Freddie Mercury perde il suo unico prezzo pregiato. Sacha Baron Cohen, che se ne va sbattendo la porta

Se ne parla da anni, troppi anni. Forse per questo motivo, visto l'immobilismo produttivo, Sacha Baron Cohen ha deciso di abbandonare il biopic di Freddie Mercury, da tempo annunciato e da lui più volte confermato. A detta di Deadline, che ha pubblicato lo scoop del giorno, l'attore si sarebbe stufato delle bizze dei restanti membri dei Queen, ovviamente 'necessari' per l'approvazione finale di script e regia.

A forza di tirare la corda, in conclusione, questa si è spezzata. A produrre la pellicola Graham King con Tim Headington, mentre ad occuparsi della sceneggiatura c'era l'acclamato Peter Morgan, 'esperto' in biopic, avendo portato in sala un'altra Queen, quella Reale, che valse l'Oscar ad Helen Mirren. Al suo fianco, nella stesura del complesso script, Stephen J. Rivele e Christopher Wilkinson (Ali).

Negli ultimi mesi il celebre Borat cinematografico aveva studiato addirittura canto, pur di riuscire ad interpretare degnamente il leggendario Freddie, per una prova d'attore tanto attesa quanto complessa, vista la caratura mondiale del personaggio, morto di AIDS nel 1991. Al suo fianco, secondo i rumor, Sacha avrebbe trovato Blake Lively, chiamata ad interpretare Mary Austin, per delle riprese che sarebbero dovute partire nella primavera del 2014. Sarebbero, per l'appunto.

Questo clamoroso abbandono rimette ovviamente tutto in discussione, perché l'unica certezza del biopic, da sempre, era proprio Baron Cohen. Peccato che Brian May, Roger Taylor e John Deacon, ovvero i 3 Queen rimasti in vita, abbiano scherzato con il fuoco, finendo per bruciarsi definitivamente.

Fonte: Comingsoon.net

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail