• Film

Stasera in TV, La famiglia di Ettore Scola, su Rai 3

Un ritratto della società italiana vista “da dentro”, una narrazione impeccabile lunga ben 80 anni.

Vincitore di 6 David di Donatello nel 1987, La famiglia è forse l’ultimo capolavoro diretto da Ettore Scola, uno dei massimi registi italiani contemporanei, che fin dagli esordi ha raccontato con ironica malinconia “l’italianità” in tutti i suoi aspetti, da C’eravamo tanto amati a Brutti, sporchi e cattivi. In quest’opera monumentale, il regista, coadiuvato nella sceneggiatura dal grande Scarpelli, mette in scena un grande affresco collettivo paragonabile a quello di Novecento di Bertolucci. Ottant’anni di storia di una nazione e di una città visti con gli occhi del protagonista Carlo, Vittorio Gassman, e dei suoi familiari: tutto cambia ma tutto rimane uguale. Guerre, dittature, boom economico, contestazione: il mondo gira, le persone e le idee passano, ma la famiglia resta, immutabile in alcuni schemi e tradizioni, vista, in senso puramente mediterraneo, come simbolo e nucleo fondamentale della società. Da segnalare anche l’interpretazione di Stefania Sandrelli, nei anni della moglie di Carlo e le splendide musiche del recentemente scomparso Maestro Trovajoli.

Cast

Vittorio Gassman: Carlo uomo / nonno di Carlo
Andrea Occhipinti: Carlo ragazzo
Emanuele Lamaro: Carlo bambino
Cecilia Dazzi: Beatrice ragazza
Stefania Sandrelli: Beatrice
Jo Champa: Adriana ragazza
Fanny Ardant: Adriana adulta
Joska Versari: Giulio bambino
Alberto Gimignani: Giulio ragazzo
Massimo Dapporto: Giulio ragazzo

Trama

1907: in una famiglia borghese di Roma si festeggia la nascita dell’ultimogenito, Carlo. Il bambino cresce tra la Prima Guerra Mondiale, attraversando il ventennio fascista e diventando uomo durante la Seconda Guerra. Conosce una ragazza, Beatrice, che sposa e dalla quale ha due figli. Una storia lunga una vita, lo scorrere dei decenni, scanditi dai grandi fatti che hanno segnato la storia mondiale.

I Video di Cineblog