2010 da record per il botteghino italiano: oltre 120 milioni di biglietti venduti

Grazie a titoli come Avatar, Alice in Wonderland e L’Era Glaciale 3, il botteghino italiano del 2010 è volato, abbattendo un muro che non cadeva da ben 25 anni. Quello degli spettatori paganti…



Il miglior risultato degli ultimi 25 anni. Il cinema italiano applaude un 2010 spaventosamente positivo, in controtendenza con la crisi che ha annientato interi settori. Perché la fatidica soglia dei 120 milioni di spettatori è stata finalmente abbattuta, dopo un lungo quarto di secolo. Per la precisione gli ingressi in sala sono stati 120.582.757, con un fantastico +10,39% rispetto al 2009. Gli incassi sono conseguentemente cresciuti del +16,37%, per un totale di 772.772.356 euro. Dati riportati dall’annuario Siae 2010, presentato oggi a Roma.

Il numero degli spettacoli nell’ultimo anno è salito del 43,26% (2.558.481 spettacoli), la spesa del pubblico è aumentata del 14,33% (per un totale di 849.841.907 euro) e il volume d’affari del 16,22% (la cifra ammonta a 872.001.016 euro). Un 2010 da urlo, trainato dal boom iniziale del 3D, con i 65.675.547 euro incassati da Avatar, i 30.395.720 euro di Alice in Wonderland e i 29.686.311 euro de L’Era Glaciale 3. Numeri irripetibili, almeno per questo 2011, per una crescita che fa comunque ben sperare.

Fonte: E-Duesse