• Film

L’evocazione – The Conjuring: le recensioni Usa

Ecco le parole dei critici Americani dopo la visione di “L’evocazione – The Conjuring”…

di carla

Avete visto il film horror L’evocazione – The Conjuring? Vi ha spaventato? Vi ha deluso? Dopo aver letto la nostra recensione vi propongo stralci delle critiche Americane. Ecco cosa dicono dagli Usa. Su RottenTomatoes il voto, mentre scrivo, è 86%. Decisamente alto. Vediamole insieme.

    L’evocazione – The Conjuring è diretto da di James Wan e scritto da Chad Hayes e Carey Hayes. Nel cast: Vera Farmiga, Joey King, Lili Taylor, Ron Livingston, Patrick Wilson, Mackenzie Foy, Steve Coulter, Hayley McFarland, John Brotherton, Shanley Caswell, Kyla Deaver, Shannon Kook, Sterling Jerins, Ashley White, Christy Johnson e Amy Tipton. Tratto da una storia vera.

Cath Clarke – Time Out: James Wan costruisce il terrore con silenzio e suspense…

Bruce Diones – New Yorker: Wan costruisce una piccola sinfonia hitchcockiana di terrore grazie a lunghe inquadrature inquietanti e silenzi drammatici.

Ian Buckwalter – The Atlantic: Ci sono stati momenti in cui sembrava che tutto il cinema fosse con il fiato sospeso. Eravamo uniti in un unico sentimento: il terrore.

Peter Hartlaub – San Francisco Chronicle: un film horror abilmente realizzato con un’atmosfera retrò.

Colin Covert – Minneapolis Star Tribune: Senza ricorrere ai raccapriccianti eccessi del suo franchise “Saw”, Wan evoca il freddo del fiato di un demone sul collo.

Rene Rodriguez – Miami Herald: Un’esperienza straordinariamente intensa e spaventosa.

Kate Erbland – MSN Movies: supera i tratti distintivi del suo genere, con una trama davvero drammatica. Solo, non credo che si possa andare a vedere da solo.

Stephen Whitty – Newark Star-Ledger: l’intero film è posseduto, da altri film.

Tirdad Derakhshani – Philadelphia Inquirer: Inaspettatamente fresco, vivo, e vibrante… e meravigliosamente traumatizzante.

Claudia Puig – USA Today: riporta alla mente film horror soprannaturali anni settanta come L’esorcista.

Rafer Guzman – Newsday: Ciò che salva il film è un cast davvero elevato e la regia abile da James Wan, il veterano dell’orrore che ci ha regalato “Saw”.

Joe Williams – S. Louis Post-Dispatch: un film piacevolmente retrò in stile e sostanza.

Andrew O’Hehir – Salon.com: Gli appassionati di horror troveranno una grande soddisfazione, il film è fatto in un modo classico, con un sacco di spaventi e molto poco gore.

Moira MacDonald – Seattle Times: ben fatto, diretto in maniera convincente, sorprendentemente sobrio e spaventoso come l’inferno.

James Berardinelli – ReelViews: Se dovessi usare una sola parola per descrivere il film, sarebbe “intenso”.

Bill Goodykoontz – Arizona Republic: spaventoso come l’inferno.

Michael Phillips – Chicago Tribune: Un “Amityville Horror” per un nuovo secolo (e un film di gran lunga migliore a quello del 1979) senza essere servile o auto-cosciente.

William Goss – Film.com: tutte le ragazze che si contorcono e il vomito di zuppa di piselli difficilmente possono competere con un lenzuolo macchiato di sangue e una bambola ben piazzata.

Sheri Linden – Hollywood Reporter: consegnato con stile e una performance particolarmente inquietante di Vera Farmiga.

I Video di Cineblog