Fast and Furious 7: set in fuga dall’Egitto in fiamme

Troppo pericoloso girare in Egitto, visto quel che da settimane sta capitando nel Paese. Per questo la Universal avrebbe fatto ‘saltare’ uno dei set previsti per Fast and Furious 7

Il secondo maggior incasso di questo 2013, anche se Cattivissimo Me 2 è ad un metro con sorpasso dietro l’angolo. Ma Fast and Furious 6, incredibile ma vero, ha davvero sbalordito qualsiasi esperto di box office, avendo incassato la bellezza di 785,454,145 dollari in tutto il mondo. E senza 3D. Ben 547 i milioni raccolti fuori dagli States, per un titolo che verrà presto seguito dal settimo capitolo, in sala tra meno di un anno, ovvero a partire dall’11 luglio del 2014.

Diretto da James Wan, Fast and Furious 7 è proprio per questo ad un niente dal via alle riprese ufficiale, anche se un cambio di programma si sarebbe reso necessario. Secondo quanto riportato dal Colorado Springs Gazette, il film girerà la Terra, tra Los Angeles, il Giappone e gli Emirati Arabi. Inizialmente previste anche in Egitto, le riprese in questo caso sarebbero state cancellate, visti i disordini che da settimana stanno incendiando il Paese. O almeno questo è quello che ha riferito il The National di Abu Dhabi. Tra le location americane da tenere in considerazione ci sarebbe la celebre Pikes Peak Highway, in Colorado.

Protagonisti del film, immancabili, Dwayne Johnson, Vin Diesel, Paul Walker, Tyrese Gibson e la novità Jason Statham, villain visto di sfuggita nel finale del sesto episodio, per un film sceneggiato da Chris Morgan e Gary Scott Thompson. Per il giovane James Wan, fresco trionfatore in sala con lo straordinario The Conjuring, il primo blockbuster della propria carriera, dopo aver realizzato nell’ultimo decennio solo (ottimi) film horror.

I Video di Cineblog

Ultime notizie su Sequel

Tutto su Sequel →