iTunes lancia Cinecittà, il canale dedicato al cinema italiano. Ma c'è già chi si lamenta...

Una selezione di capolavori dei grandi maestri del nostro cinema, unita ai documentari dell'Istituto Luce.

Non poteva esserci occasione migliore del Festival di Venezia per la presentazione della nuova room di iTunes dedicata al cinema italiano: Cinecittà, questo l'evocativo nome che il colossale on line store ha dato alla sua ultima "room", dov'è possibile scaricare (gratis o a pagamento) numerosi classici e capolavori del nostro cinema. Da De Sica fino a Sorrentino passando per Rossellini e Bertolucci, più una ricca selezione di documentari dell'Istituto Luce, col quale la Apple ha concluso un accordo.

Da oggi la library offrirà circa 100 titoli, ma di mese in mese verrà arricchita di classici e novità: al momento sono presenti molti documentari (scaricabili a partire da 89 centesimi) e infatti tra gli utenti non sono mancate le prime polemiche. Sull'Apple store c'è chi ha commentato:

"Non date retta sono 4 documentari in tutto e sono a pagamento non scaricate non date retta una c@g@ta storica visto i documentari 3 su Mussolini 1 sui papi e altre c@zz@te purtroppo non esiste meno di una stella"

Oppure chi, più educatamente, non concede all'applicazione nemmeno una stella su cinque nella valutazione:

Per i contenuti l'app si poteva chiamare tranquillamente "la vita di Mussolini"... Pessima app e peggio ancora i contenuti! Zero stelle!

La nuova room è stata lanciata oggi e concediamo a Apple il beneficio del dubbio e il progetto potrebbe essere ancora in fase di start up. Se Apple ha promesso centinaia di titoli e i massimi capolavori del nostro cinema non può trattarsi di una spacconeria campata in aria. Rodrigo Cipriani Foresio, Presidente di Istituto Luce Cinecittà ha entusiasticamente commentato l'accordo:

"Con questa iniziativa, il cinema italiano è il primo al mondo ad avere una Room nel negozio digitale di Apple. Un'opportunità concessa in esclusiva al nostro Paese, che rappresenta un traguardo importante per tutto il comparto, per la quale siamo molto grati ad iTunes".

Attendiamo di vedere la nuova applicazione funzionante a pieno regime, prima di dare una valutazione: idealmente potrebbe essere una grande operazione sia di diffusione del nostro cinema, anche contemporaneo, nel mondo, sia un modo per rivedere i grandi classici spesso introvabili, sia un bel passo avanti per arginare la pirateria. Attendiamo fiduciosi.

  • shares
  • Mail