Le scene cult: Mr. Crocodile Dundee incanta il bufalo

I film di Mr. Crocodile Dundee ci hanno insegnato che qualunque animale selvaggio può essere domato in una manciata di secondi: basta mettere la mano davanti al muso della bestia, sollevando pollice e mignolo come per simulare la cornetta del telefono. E tutti, almeno una volta nella vita, abbiamo provato questa mossa ipnotizzante su cani, gatti o criceti.

La dura realtà è che fuori dal set la tecnica non funziona. Il rugoso Paul Hogan non possedeva alcun potere magnetico e "Charlie", il bufalo d'acqua visto nel primo film della serie, fu semplicemente narcotizzato per girare la scena dell'ipnosi. A distanza di venticinque anni l'animale continua comunque ad attirare turisti da tutto il mondo, esposto imbalsamato in un noto pub australiano.

  • shares
  • Mail