Stasera in TV, Misure straordinarie, con Harrison Ford, su Rai 1

Tra L'olio di Lorenzo e Erin Brocovich: Hollywood attacca il sistema sanitario statunitense, ma il colpo non viene affondato del tutto...

Hollywood ha da sempre la grane capacità di denunciare i malfunzionamenti del sistema America con film ben infiocchettati. Misure straordinarie (2010) è un film diretto da Tom Vaughan che narra le peripezie di un padre, giovane uomo di successo, alle prese per trovare una cura per i due figli gravemente malati. La trama, nonostante sia "tratto da una storia vera", è di una semplicità quasi banale: famiglia felice, malattia che distrugge l'armonia, eroe che supera lo scoramento e grazie a un alleato supera le avversità.

Non si tratta quindi tanto di un film di denuncia nei confronti di un sistema sanitario (quello statunitense) che ha enormi lacune, o se voleva esserlo l'obiettivo non è stato raggiunto. Si tratta più che altro di un film su due uomini, Brendan Frazer e Harrison Ford, che simboleggiano quanto di meglio la società USA abbia da offrire: coraggio, caparbietà, onestà. Manca giusto un pizzico di pietas e penseremmo di trovarci al cospetto dell'Enea virgiliano. Fraser è sempre il bravo ragazzo a stelle e strisce, Ford l'uomo sexy di mezz'età che ancora punta l'indice con la stessa grinta di quando interpretava Indiana Jones. Musiche del compositore romagnolo Andrea Guerra. Per chi ama la commozione facile.

Cast


Harrison Ford: Dott. Robert Stonehill
Brendan Fraser: John Crowley
Keri Russell: Aileen Crowley
Meredith Droeger: Megan Crowley
Diego Velázquez: Patrick Crowley
Sam Hall: John Jr. Crowley

Trama


John Crowley è un giovane professionista che sta per sfondare nel mondo degli affari. Felicemente e padre di due figli, il suo mondo crolla improvvisamente quando ai bambini viene diagnosticata una malattia rara e incurabile. John non si dà per vinto e con l'aiuto del Dott. Robert Stonehill inizia una ricerca sperimentale.

  • shares
  • Mail