Ray Dolby è morto: addio al fondatore dei Dolby Laboratories

Ray Dolby è morto. Cineblog ricorda il fondatore dei Dolby Laboratories, società storica nel settore audio.

Ray Dolby, padre dei Dolby Laboratories ritenuto uno dei pionieri delle tecnologie audio, è morto. Dopo aver completamente rivoluzionato praticamente tutte le industrie che hanno a che fare col suono, col cinema in primissima fila, Dolby si è spento nella sua casa di San Francisco, all'età di 80 anni. Già da diverso tempo era malato di Alzheimer e a luglio aveva ricevuto la diagnosi di un'acuta forma di leucemia che non gli ha dato scampo.

L'importanza di Ray Dolby anche per l'industria cinematografica va ben oltre la tecnologia di surround che, non a caso, porta il suo cognome. Un'importanza riconosciuta anche formalmente dal mondo in celluloide, che ha permesso a Dolby di ricevere un Oscar (Scientific and Engineering Award nel 1979), diversi Emmy e un Grammy per il suo lavoro, oltre a una National Medal of Technology and Innovation consegnatagli da Bill Clinton e l'investitura a Member of the Most Excellent Order of the British Empire da parte della Regina Elisabetta II.

Dopo essersi formato praticamente poco più che adolescente in Ampex tra il 1949 e il 1957, Dolby completò i suoi studi per dare poi vita ai Dolby Laboratories di Londra, nel lontano 1965, riuscendo immediatamente a compiere la rivoluzione di cui sopra. Le nuove tecnologie di riduzione del rumore e pulizia del suono sviluppate dai suoi Labs, oltre alla possibilità di registrare audio a due canali, permisero a Steven Spielberg di ottenere gli effetti di Incontri ravvicinati del terzo tipo nel 1977. Stessa cosa anche per George Lucas e il suo Guerre Stellari, mentre ancor più significativa fu anni prima la scelta di Stanley Kubrick di ricorrere a Dolby Labs nel 1971 per Arancia Meccanica.

Nel 1976, Dolby trasferì il quartier generale di Dolby Labs a San Francisco, per poi far debuttare ufficialmente negli anni '80 la sua nuova rivoluzione, legata al surround. Dal 1965 al 2009, Dolby è rimasto nella sua carica di Presidente del consiglio della propria società, prima di ritirarsi nel 2011. Durante l'anno successivo, CIM Group e Dolby Labs strinsero un accordo per dedicare a Ray Dolby il nome del teatro dove si svolgono annualmente gli Academy Awards, rinominandolo in Dolby Theatre dal precedente Kodak Theatre.

  • shares
  • Mail