George Clooney sul suo Batman: "Ho distrutto il ruolo"

In vista di Batman vs. Superman, in cui Ben Affleck interpreterà il nuovo Batman, a George Clooney viene chiesto cosa pensa della scelta del collega come nuovo Uomo Pipistrello. Risposta diplomatica, la sua, e in vena di auto-critica: cosa potrebbe mai dire colui che ha interpretato il Batman più ridicolo di sempre?


Uno dei sequel più odiati della Storia del cinema, uno dei film più spernacchiati di sempre, e uno degli abissi del pop-corn movie. A Batman & Robin potrebbero essere attribuiti tanti bei primati, non certo lusinghieri. Plurinominato ai Razzie Awards del 1998, ma "vincitore" solo del premio come peggior attrice non protagonista assegnato ad Alicia Silverstone, Batman & Robin ha rischiato di fermare la carriera di uno degli attori più celebri: George Clooney.

Ha rischiato comunque solo in teoria di fermarla, visto che l'attore si è subito rilanciato nel 1998 con film di successo come Out of Sight di Soderbergh o Three Kings di David O. Russell. Però, insomma: Clooney fu tanto sbertucciato quanto il regista Joel Schumacher, già reduce dal tutt'altro che esaltante Batman Forever. Ma se il terzo episodio ancora "reggeva", tanto da far credere ai produttori che Schumacher fosse nonostante tutto l'uomo davvero giusto per succedere a Tim Burton, il quarto capitolo ha fatto naufragare il franchise.

Franchise che si è ripreso solo con Christopher Nolan nel 2005 e il suo Batman Begins, e sappiamo tutti com'è proseguita la storia. Nel frattempo George Clooney ha avuto modo di commentare la terribile esperienza come interprete del Batman più kitsch, involontariamente camp e capezzoluto di sempre, come vi ricordavamo quest'estate:

Con il senno di poi è facile guardare indietro e whoa, era veramente di merda, e io ero davvero orrendo nella parte. La verità è che il mio telefono squillò e il capo della Warner Brothers mi disse: ‘Vieni nel mio ufficio. Si sta per girare Batman’ e io gli ho detto ‘Si!’ poi ho chiamato i miei amici, e hanno urlato, e ho gridato, e non ci potevo credere! Ho solo pensato che l’ultimo Batman aveva avuto successo, così ho pensato che stavo per fare un grande film su un franchising di successo. Batman ha completamente cambiato la mia carriera, anche se era debole. È stato un film difficile ma non so che cosa avrei potuto fare diversamente.

Oggi, intervistato da Empire per parlare di Ben Affleck, nuovo e discusso Batman nel prossimo Batman Vs. Superman, Clooney ci va decisamente giù duro nei confronti di sé stesso:

Sono la persona meno qualificata per commentare qualsiasi attore che interpreta Batman, visto quanto ho distrutto quel ruolo. Tendo a vederla in questa maniera: vediamo com'è il film prima di andarci giù pesante. [Ben] è un uomo intelligente, sa quel che fa.

George Clooney guarda al passato e non ha più paura di ammettere che non trova e forse non troverà mai un Batman peggiore del suo. Essendo poi amico di Affleck, nonché produttore del suo Argo, non può certo dire nulla di male su di lui, ma appunto: cosa potrebbe dire di diverso?

Oggi che è all'apice del successo, in un'annata che lo vede in sala con il blockbuster d'autore più acclamato del momento (Gravity) e con un nuovo film da regista in arrivo (The Monuments Men), può permettersi di fare il diplomatico con gli altri e di fare sana auto-critica...

Fonte: The Playlist

  • shares
  • Mail