Auguri Christoph Waltz: un attore da Doppio Oscar

Un piccolo omaggio a Christoph Waltz nel giorno del suo compleanno

di carla

Il 4 ottobre del 1956 nasceva a Vienna l’attore Christoph Waltz diventato famoso in tutto il mondo grazie a Quentin Tarantino che l’ha voluto per intepretare il colonnello Hans Landa in Bastardi senza gloria. Ma scopriamo qualcosa di più su Christoph omaggiandolo con questo post con curiosità, sue dichiarazioni e premi Oscar.

– Altezza: 1.70 m
– Nato da Elisabeth Urbancic, costumista, e Johannes Waltz, scenografo.
– I suoi nonni erano attori.
– Dopo la laurea è andato a New York a studiare al Lee Strasberg Institute.
– Durante gli anni ’80 ha lavorato principalmente in teatro, spostandosi tra Londra e la Germania. Poi ha iniziato a recitare per la televisione.
– Ha lavorato 30 anni al cinema prima di sfondare con Bastardi senza gloria.
– Si è sposato 2 volte.
– Parla correntemente tedesco, inglese e francese. È abile a imitare l’italiano.
– Suo figlio dal primo matrimonio è un rabbino, la figlia dal primo matrimonio è un’architetto.
– Ha vinto l’Oscar, BAFTA, Critics Choice Award, Golden Globe e SAG Award per la stessa intepretazione (Bastardi senza gloria).
– Era stato scelto come Sigmund Freud per A Dangerous Method (2011), ma alla fine ha dovuto lasciare per fare Come L’Acqua per Gli Elefanti (2011). Per Sigmund è stato scelto poi Viggo Mortensen.
– Ha detto che 8 ½ (1963) di Federico Fellini è uno dei suoi film preferiti: durante l’adolescenza l’ha visto parecchie volte.
– Entrambe le sue performance da Oscar sono state dirette da Quentin Tarantino.
– Ama l’opera, specialmente Donizetti.
– Il doppiatore in Bastardi senza gloria e Django Unchained è Stefano Benassi.

– Ha detto:

“In Europa dicono: ‘Beh, ad Hollywood vogliono solo spremerti come un limone.’ Beh, sì! Ma, sai, se ho il succo, perché non dovrebbero?”

“L’unico vantaggio di essere cresciuto nel business è di non idealizzarlo”.

(L’aspetto più duro di preparazione per Bastardi senza gloria) “Mettere da parte quello che sapevo sull’argomento del periodo Nazista. Perché era irrilevante. Era irrilevante per la parte e sarebbe stato un brutto ostacolo”.

“Diventare un attore è una cosa. Essere un attore è completamente diverso”.

Premi Oscar

– Oscar vinto nel 2013 come Miglior attore non protagonista per Django Unchained (2012). Gli altri candidati erano: Alan Arkin – Argo, Robert De Niro – Il lato positivo, Philip Seymour Hoffman – The Master, Tommy Lee Jones – Lincoln.
– Oscar vinto nel 2010 come Miglior attore non protagonista per Bastardi senza gloria (2009). Gli altri candidati erano: Matt Damon – Invictus, Christopher Plummer – The Last Station, Woody Harrelson – Oltre le regole, Stanley Tucci – Amabili resti.

Golden Globe

– 2010 Miglior attore non protagonista per “Bastardi senza gloria”
– 2013 Miglior attore non protagonista per “Django Unchained”

Premio BAFTA

– 2010 Miglior attore non protagonista per “Bastardi senza gloria”
– 2013 Miglior attore non protagonista per “Django Unchained”

Festival di Cannes

– 2009 Prix d’interprétation masculine per “Bastardi senza gloria”

Christoph Waltz – Filmografia (parziale)

– Kopfstand, regia di Ernst Josef Lauscher (1981)
– Feuer und Schwert – Die Legende von Tristan und Isolde, regia di Veith von Furstenberg (1982)
– Wahnfried, regia di Peter Patzak (1986)
– Più veloce della luce (Quicker Than the Eye), regia di Nicolas Gessner (1989)
– Vita per vita – Maximilian Kolbe (Zycie za zycie – Maksymilian Kolbe), regia di Krzysztof Zanussi (1991)
– St. Petri Schnee, regia di Peter Patzak (1991)
– Ein Anfang von etwas, regia di Nikolaus Leytner (1994)
– Il commissario Rex, episodio 3×06 (1996)
– Fratello del nostro Dio (Our God’s Brother), regia di Krzysztof Zanussi (1997)
– Sieben Monde, regia di Peter Fratzscher (1998)
– Das merkwurdige Verhalten geschlechtsreifer Grossstadter zur Paarungszeit, regia di Marc Rothemund (1998)
– Die Braut, regia di Egon Gunther (1999)
– Queen’s Messenger, regia di Mark Roper (2000)
– Un perfetto criminale (Ordinary Decent Criminal), regia di Thaddeus O’Sullivan (2000)
– Falling Rocks, regia di Peter Keglevic (2000)
– She, regia di Timothy Bond (2001)
– Death, Deceit & Destiny Aboard the Orient Express, regia di Mark Roper (2001)
– Der alte Affe Angst, regia di Oskar Roehler (2003)
– Schussangst, regia di Dito Tsintsadze (2003)
– Herr Lehmann, regia di Leander Haussmann (2003)
– Dorian, regia di Allan A. Goldstein (2004)
– Lapislazuli – Im Auge des Baren, regia di Wolfgang Murnberger (2006)
– Bastardi senza gloria (Inglourious Basterds), regia di Quentin Tarantino (2009)
– The Green Hornet, regia di Michel Gondry (2011)
– Come l’acqua per gli elefanti (Water for Elephants), regia di Francis Lawrence (2011)
– I tre moschettieri (The Three Musketeers), regia di Paul W.S. Anderson (2011)
– Carnage, regia di Roman Polanski (2011)
– Django Unchained, regia di Quentin Tarantino (2012)
– Epic – Il mondo segreto (Epic), regia di Chris Wedge (2013) – voce
– The Zero Theorem, regia di Terry Gilliam (2013)
– Muppets Most Wanted, regia di James Bobin (2014)

Fonte: IMDB

I Video di Cineblog

Ultime notizie su Oscar

Tutto su Oscar →