• Film

Presentata la XI edizione di Science+Fiction: tra gli ospiti George Romero, Dario Argento, Gipi e i Manetti Bros.

In cartellone Monsters, Cave of Forgotten Dreams, Extraterrestre: scopri tutto il programma su Cineblog

Superato il traguardo del decennale, nonostante tagli e disinteresse dei “piani alti” verso la cultura, il Science+Fiction, il Festival Internazionale della Fantascienza, giunge alla sua 11a edizione. Dal 10 al 13 novembre 2011 al multiplex Cinecity / The Space di Trieste si potranno vedere anteprime di genere science fiction, fantasy e horror, sparse in tre concorsi internazionali (Asteroide e Méliès, diviso tra lunghi e corti), ma anche assistere ad incontri, masterclass e tanto altro. Quattro giorni decisamente ricchi che vale la pena di commentare, dando ovviamente un’occhiata al programma.

Si aprono i battenti con il sottovalutato Monsters di Gareth Edwards, che sarà presente per presentare il suo film d’esordio, distribuito in Italia da One Movie. Chiude l’anteprima italiana de La Cosa (The Thing) di Matthijs van Heijningen Jr., prequel del capolavoro di Carpenter, in uscita il 2 dicembre. In mezzo ci stanno tante belle cosette, ad iniziare dal Premio alla Carriera Urania d’Argento all’enorme George A. Romero, che gli verrà consegnato da Dario Argento. E poi ci saranno i Manetti Bros. che presenteranno L’arrivo di Wang, e Gipi terrà un masterclass riproponendo il suo L’ultimo terrestre.

Spulciando tra i film presenti in cartellone, siamo molto curiosi per Extraterrestre, il nuovo lavoro di Nacho Vigalondo, premiato proprio a Trieste nel 2007 con l’ottimo Los Cronocrimenes. E ci sono anche il norvegese Troll Hunter, il croato The Show Must Go On (ovvero Il Grande Fratello ai tempi dell’Apocalisse), gli americani Stake Land e Nuclear Family… Infiocchetta il tutto l’evento speciale Cave of Forgotten Dreams di Werner Herzog, di cui il festival triestino aveva mostrato nel 2008 lo stupendo (ed inedito) Encounters at the End of the World. L’incursione di Herzog in 3D è una delle opere più acclamate dell’anno, già apprezzata in molti festival italiani e mondiali. Un’altra occasione per ammirarla: è ancora inedita in Italia, e forse lo resterà per sempre…

Potete scaricare qui il programma del Science+Fiction.