Tanti Auguri Tim Robbins!

55 anni per Tim Robbins: una carriera tra cinema e impegno politico

di carla

Il 16 ottobre del 1958 nasceva a West Covina in California l’attore, regista e sceneggiatore Tim Robbins. Oggi lo conosciamo meglio con un post su curiosità, sue dichiarazioni, filmografia e premi Oscar.

– Vero nome: Timothy Francis Robbins
– Altezza: 1.95 m
– Figlio del cantante Gil Robbins e dell’attrice Mary Robbins
– Ha studiato recitazione presso la UCLA, dove si è laureato con lode nel 1981.
– Ha un fratello David e una sorella Adele.
– Ha due figli con Susan Sarandon: Miles e Jack. Lui e Susan sono stati insieme dal 1988 al 2009.
– All’età di 12 anni era già membro di una compagnia teatrale d’avanguardia.
– Dopo gli attacchi dell’11 settembre ha cercato di volare per stare con Susan Sarandon e i figli. Dopo aver scoperto che non poteva prendere l’aereo, lui e un amico hanno preso una macchina e hanno guidato da New York a Los Angeles in un viaggio di 56 ore. Sono partiti il 12 settembre.
– È stato considerato per il ruolo del Dr. Doom in I Fantastici 4 (2005): la parte è andata a Julian McMahon.
– È stato considerato per il ruolo di Eddie Darko in Donnie Darko (2001): la parte è andata a Holmes Osborne.
– Durante un’intervista ha detto che considera Le Ali della Libertà, Bull Durham – Un Gioco a tre mani, Dead Man Walking e Mystic River come i punti salienti della sua carriera.
– E’ amico di John Cusack.
– Ha apparentemente “scoperto” Jack Black avendogli dato il suo primo ruolo cinematografico in Bob Roberts ( 1992). I due sono ancora buoni amici.
– È stato considerato per il ruolo di Charles Van Doren in Quiz Show (1994): la parte poi è andata a Ralph Fiennes.
– Era presente al funerale di Chris Penn.
– Ha ammesso di aver fatto Howard e il destino del mondo (1986) solo per soldi.
– Il suo film preferito è I sette samurai (1954) di Akira Kurosawa.

– Ha detto:

[Sulle sceneggiature] “Scrivo sempre dal punto di vista di un attore, ul dialogo che si adatta comodamente alla bocca”.

“Uno script di film è un’entità malleabile e dovrebbe essere in grado di diventare cose diverse e dovrebbe essere in grado di essere riscritto all’ultimo minuto”.

“Si parla di guerra continua, come un mezzo per controllare l’economia occidentale, e come un modo per controllare gli elementi ribelli nella società attraverso l’uso della paura, la paura costante”.

“Ho un caratteraccio”.

Clint Eastwood è un gioiello. Un gentiluomo. Un uomo che è molto fedele alle persone con cui lavora. Ti fa capire che non ha bisogno di un sacco di rumore e di campane e fischietti per fare un film. C’è bisogno di semplicità e professionalità”.

“Sono un collezionista di vinili. Ho un iPod, ma i dischi suonano molto meglio su vinile e cassetta. Le cassette sono un mezzo molto sottovalutato. Le mie vecchie cassette suonano ancora in modo fantastico, meglio di qualsiasi MP3. Peccato che sia così difficile comprare una piastra di registrazione adesso!”

“Tutti i cattivi sono personaggi complessi”.

“E’ vero, non ci sono molti attori alti come me. Forse la persona più alta dovrebbe avere il maggior numero di battute in uno script. Forse è così che dovrebbe funzionare. Mi piace l’idea”.

[Su Mystic River e Clint Eastwood] “Clint ti mostra come fare e non ti tortura. Non perde tempo, fa solo una sola ripresa, forse due. Non ci sono fronzoli, convulsioni o attacchi di ansia. Arrivi al lavoro alle 9 e si esce, di solito, dopo pranzo. Così crei un bel film e hai una vita”.

“Il tuo lavoro come attore è quello di mettere a nudo le emozioni”.

Premi Oscar

– 2004 premio Oscar vinto come miglior attore non protagonista in Mystic River (2003). Gli altri candidati erano: Alec Baldwin – The Cooler, Benicio Del Toro – 21 grammi, Djimon Hounsou – In America – Il sogno che non c’era, Ken Watanabe – L’ultimo Samurai.

– 1996 nomination miglior regista per Dead Man Walking (1995). Vinse: Mel Gibson – Braveheart. Gli altri candidati erano: Mike Figgis – Via da Las Vegas, Michael Radford – Il postino, Chris Noonan – Babe maialino coraggioso.

Tim Robbins – Filmografia

Attore
– Toy soldiers, regia di David Fisher (1984)
– Una cotta importante (No Small Affair), regia di Jerry Schatzberg (1984)
– Sacco a pelo a tre piazze (The Sure Thing), regia di Rob Reiner (1985)
– Dal College… con furore! (Fraternity Vacation), regia di James Frawley (1985)
– Top Gun, regia di Tony Scott (1986)
– Howard… e il destino del mondo (Howard the Duck), regia di Willard Huyck (1986)
– Dentro la grande mela (Five Corners), regia di Tony Bill (1987)
– Bull Durham – Un gioco a tre mani (Bull Durham), regia di Ron Shelton (1988)
– Tapeheads – Teste matte (Tapeheads), regia di Bill Fishman (1988)
– Regina senza corona (Miss Firecracker), regia di Thomas Schlamme (1989)
– Erik, il vichingo (Erik the Viking), regia di Terry Jones (1989)
– Allucinazione perversa (Jacob’s Ladder), regia di Adrian Lyne (1990)
– Cadillac Man, regia di Roger Donaldson (1990)
– Jungle Fever, regia di Spike Lee (1991)
– I protagonisti, regia di Robert Altman (1992)
– Bob Roberts, regia da Tim Robbins (1992)
– America oggi (Short Cuts), regia di Robert Altman (1993)
– Le ali della libertà (The Shawshank Redemption), regia di Frank Darabont (1994)
– Pret a porter, regia di Robert Altman (1994)
– Genio per amore (I.Q.), regia di Fred Schepisi (1994)
– Mister Hula Hoop (The Hudsucker Proxy), regia di Joel ed Ethan Coen (1994)
– Niente da perdere (Nothing to Lose), regia di Steve Oedekerk (1997)
– Arlington Road – L’inganno (Arlington Road), regia di Mark Pellington (1999)
– Austin Powers: La spia che ci provava (Austin Powers: The Spy Who Shagged Me), regia di Jay Roach (1999)
– I Simpson (1999) – nell’ep.11.9 A Natale ogni spassolo vale (voce di Jim Hope)
– Mission to Mars, regia di Brian De Palma (2000)
– Alta fedeltà (High Fidelity), regia di Stephen Frears (2000)
– S.Y.N.A.P.S.E. – Pericolo in rete (Antitrust), regia di Peter Howitt (2001)
– Human Nature, regia di Michel Gondry (2001)
– The truth about Charlie, regia di Jonathan Demme (2002)
– Codice 46 (Code 46), regia di Michael Winterbottom (2003)
– Mystic River, regia di Clint Eastwood (2003)
– Anchorman: La leggenda di Ron Burgundy (Anchorman: The legend of Ron Burgundy), (2004) – cameo
– La guerra dei mondi (War of the Worlds), regia di Steven Spielberg (2005)
– La vita segreta delle parole (La Vida secreta de las palabras), regia di Isabel Coixet (2005)
– Zathura – Un’avventura spaziale (Zathura: A Space Adventure), regia di Jon Favreau (2005)
– Catch a Fire, regia di Phillip Noyce (2006)
– Tenacious D e il destino del rock (Tenacious D in The Pick of Destiny), regia di Liam Lynch (2006)
– Noise, regia di Henry Bean (2007)
– Quando tutto cambia (Then She Found Me), regia di Helen Hunt (2007) – Cameo
– The Lucky Ones – Un viaggio inaspettato (The Lucky Ones), regia di Neil Burger (2008)
– Ember – Il mistero della città di luce (City of Ember), regia di Gil Kenan (2008)
– Lanterna Verde (Green Lantern), regia di Martin Campbell (2011)
– Cinema Verite, regia di Shari Springer Berman e Robert Pulcini (2011) – film TV
– Thanks for Sharing, regia di Stuart Blumberg (2012)

Regista, sceneggiatore e produttore
– Bob Roberts (1992)
– Dead Man Walking – Condannato a morte (Dead Man Walking) (1995)
– Il prezzo della libertà (Cradle Will Rock) (1999)
– Embedded (2005)

Fonte: IMDB

I Video di Cineblog

Ultime notizie su Oscar

Tutto su Oscar →