Locandina italiana e trailer sottotitolato per The Iron Lady

Il prossimo 27 gennaio anche i cinema nostrani potranno ammirare The Iron Lady, biopic su Margaret Thatcher scritto da Abi Morgan e diretto da Phillida Lloyd, regista di Mamma Mia. Protagonista assoluta, come ormai tutti saprete, lei, l'immensa Meryl Streep, praticamente certa della diciassettesima nomination agli Oscar della sua leggendaria carriera. Oggi, a poco più di un mese dall'uscita in sala, ecco arrivare la locandina italiana e il trailer sottotitolato. Al fianco della Streep vedremo Harry Lloyd, Jim Broadbent, Anthony Head, Alexandra Roach ed Olivia Colman.

Questa la sinossi ufficiale:

Margaret Thatcher, ex Primo Ministro britannico, ormai ottantenne, fa colazione nella sua casa in Chester Square, a Londra. Malgrado suo marito Denis sia morto da diversi anni, la decisione di sgombrare finalmente il suo guardaroba risveglia in lei un'enorme ondata di ricordi. Al punto che, proprio mentre si accinge a dare inizio alla sua giornata, Denis le appare, vero come quando era in vita: leale, amorevole e dispettoso. Lo staff di Margaret manifesta preoccupazione a sua figlia, Carol Thatcher, per l'apparente confusione tra passato e presente dell'anziana donna. Preoccupazione che non fa che aumentare quando, durante la cena che ha organizzato quella sera, Margaret intrattiene i suoi ospiti incantandoli come sempre, ma a un bel momento si distrae rievocando la cena durante la quale conobbe Denis 60 anni prima. Alla fine della serata, Margaret si ritira nella sua stanza, ma non riesce a prendere sonno. Si alza dal letto e si mette a guardare alcuni vecchi filmini di famiglia, riflettendo sui sacrifici che ha dovuto compiere nella vita privata per perseguire la carriera politica. Il giorno dopo, Carol convince sua madre a farsi vedere da un dottore. Margaret sostiene di stare benissimo e non rivela al medico che i vividi ricordi dei momenti salienti della sua vita stanno invadendo le sue giornate nelle ore di veglia. Di ritorno a Chester Square, Margaret lotta contro l'incessante rievocazione del passato. Impacchetta gli effetti personali di Denis e ribadisce la sua autonomia: certo, i ricordi l'accompagneranno sempre, ma ha anche la sua vita nel presente, meno ricca rispetto a prima, ma non meno degna di essere vissuta.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: