George Clooney protagonista di 8, a favore dei matrimoni gay

George Clooney e Dustin Lance Black

Com'è già stato riportato dai cugini di Queerblog riprendendo una notizia pubblicata da The Hollywood Reporter, George Clooney farà parte del cast di 8, opera teatrale scritta da Dustin Lance Black e diretta da Rob Reiner, in scena per una sera soltanto il prossimo 3 marzo al Wilshire Ebell Theatre di Los angeles. L'intero ricavato andrà in beneficienza all'American Foundation for Equal Rights.

Lo spettacolo (già rappresentato a New York lo scorso settembre, con Morgan Freeman, Ellen Barkin, John Lithgow e Bradley Whitford nel cast) ripercorre le tappe che hanno condotto alla dichiarazione di incostituzionalità della Proposizione 8 (che negava ai californiani gay e lesbiche il diritto di sposarsi). Gli oppositori della Proposition 8 si sono appellati al tribunale di Los Angeles perchè vengano sbloccate le riprese del processo federale, in modo che possano essere mostrate al pubblico. Una sentenza è attesa a breve. Nel frattempo, l'unica rappresentazione di 8 dovrà bastare.

E' giusto che la gente possa essere testimone di quanto è successo nel processo Proposition 8, se non altro per vedere la disuguaglianza e la discriminazione respinte in modo inequivocabile da un tribunale dove contano solamente la verità ed i fatti.

Ha dichiarato Black, premio Oscar per la sceneggiatura di Milk ed autore dello script di J. Edgar.

E' incredibile che gli americani gay e lesbiche vengono ancora trattati come cittadini di seconda classe. Sono fiducioso che, molto presto, le leggi di questa nazione rifletteranno la verità fondamentale che le persone gay e lesbiche - come tutti gli esseri umani - nascono uguali per dignità e diritti.

Ha aggiunto il fascinoso Clooney. Ora il gossip che lo vorrebbe omosessuale può tornare a scatenarsi.

  • shares
  • Mail