I migliori film del 2011 secondo i lettori dei Cahiers du cinéma

I migliori film del 2011 secondo i lettori dei Cahiers du cinéma

La Top 10 del 2011 secondo i Cahiers du cinéma ha fatto il giro della rete e ha fatto molto discutere. La prestigiosa rivista cinematografica francese ha deciso di aprire un sondaggio tra i propri lettori per far uscire fuori la loro Top 10. Vediamo i risultati, che sicuramente saranno messi a paragone con quelli dei critici della rivista.

Sette film su dieci corrispondono, non per forza in ordine cronologico, ma almeno per presenza. Al primo posto troviamo Melancholia di Lars Von Trier (sesto per i critici), mentre Habemus Papam del Nanni nazionale scivola dalla prima alla seconda posizione: ma chapeau. I film che erano in seconda posizione per la critica, ovvero Lo strano caso di Angelica di de Oliveira e The Tree of Life di Malick, finiscono rispettivamente in decima e terza posizione.

Primo "inedito" è Drive di Refn (4), seguito da Il cigno nero di Aronofsky (5). Confermate le presenze di Essential Killing, L’Apollonide (molto più amato in patria che all'estero) e Super 8, mentre l'ultimo inedito è Una separazione, in ottava posizione. Fuori, quindi, Hors Satan di Dumont, Un été brûlant di Garrel e purtroppo Meek’s Cutoff della Reichardt. Ecco la classifica:

1. Melancholia - Lars von Trier
2. Habemus Papam - Nanni Moretti
3. The Tree of Life - Terrence Malick
4. Drive - Nicolas Winding Refn
5. Il Cigno Nero - Darren Aronofsky
6. Essential Killing - Jerzy Skolimowski
7. L’Apollonide - Bertrand Bonello
8. Una Separazione - Asghar Farhadi
9. Super 8 - J.J. Abrams
10. Lo strano caso di Angelica - Manoel de Oliveira

Che ve ne pare? Meglio la Top 10 dei Cahiers o dei lettori?

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: