• Film

L’altra faccia del Diavolo – The Devil Inside sbanca il box office americano

La partenza che non ti aspetti. Da sempre Gennaio è uno dei mesi meno ricchi del box office americano. Eppure questo primo weekend del 2012 ci ha regalato una performance stellare, firmata The Devil Inside.



La partenza che non ti aspetti. Da sempre gennaio è uno dei mesi meno ricchi del box office americano. Eppure questo primo weekend del 2012 ci ha regalato una performance stellare, firmata The Devil Inside. L’horror della Paramount, costato appena 1 milione di dollari, ha infatti sbancato il botteghino (come al solito sono sempre previsioni, ma a dir poco impeccabili), incassando la bellezza di 34 milioni e mezzo di dollari in 72 ore (15,098 dollari la media per sala). Già nei prossimo giorni assisteremo ad un più che probabile crollo degli incassi, ma il profitto per i produttori è più che garantito. Il genere mockumentary in salsa horror continua quindi a far furore negli Usa, per la gioia della Paramount, eletta ‘Major Regina’ del 2011 e probabilmente riuscita a dar vita ad un nuovo Paranormal Activity in questi primi giorni del 2012. Era dai tempi di Cloverfield che non si vedeva un risultato simile nel mese di gennaio, per un titolo massacrato dalla critica americana ma clamorosamente ‘amato’ dal pubblico, tanto da dare per scontato il via libera ad un capitolo 2. Dopo quasi 20 giorni di dominio incontrastato, Mission Impossible 4 ha così dovuto cedere il passo. Seconda piazza per l’action Paramount (sempre lei), arrivato ai 170 milioni di dollari. Se il totale incassato dal primo storico capitolo, 180 milioni, è ormai ad un passo dall’esser superato, appare irraggiungibile quello fatto registrare dal capitolo 2, arrivato nel 2000 ai 215 milioni. MI4 ha comunque fatto furore, soprattutto fuori dagli States, tanto dall’essere arrivato ai 450 milioni di dollari. Potrebbe chiudere a quota 600.

Sono invece 157 i milioni di dollari incassati fino ad oggi da Sherlock Holmes 2, ben lontano dai 209 milioni complessivamente raccolti dal primo capitolo due anni fa, con Uomini che Odiano le Donne di David Fincher sempre più sorprendente. Anche se mai riuscito ad andare oltre la terza posizione, il film della Sony tocca quota 77 milioni, grazie ad una tenuta più che soddisfacente e ad un buon passaparola. Crollerà il muro dei 100 milioni, con il resto del mondo per ora rimasto a guardare. Quinta posizione e muro dei 100 milioni di dollari finalmente abbattuto (è arrivato ai 111) per Alvin Superstar 3, sicuramente ‘deludente’ rispetto ai capitoli precedenti ma comunque più positivo, considerando il budget di 75 milioni di dollari, con War Horse di Steven Spielberg sesto e sempre più ricco. Sono infatti 57 i milioni di dollari raccolti fino ad oggi dalle pellicola, rimasta quasi sempre nei ‘bassifondi’ della Top10 ma comunque riuscita ad incassare, tanto dall’aver quasi pareggiato i costi di produzione, pari a 66 milioni di dollari.

Settima posizione per We Bought A Zoo di Cameron Crowe, arrivato ai 57 milioni, con Tintin ottavo a quota 62. Worlwide siamo arrivati ai 325 milioni di dollari. Aumento di copie importante, da 57 ad 809, per La Talpa di Tomas Alfredson. Poco meno di 6 i milioni di dollari incassati dal titolo della Focus Features (7,129 dollari la media per sala, la seconda più alta della Top10), riuscito ad abbattere il muro dei 10 milioni e sempre più in odore di ‘Oscar’. Se a chiudere la chart troviamo il deludente Capodanno a New York, arrivato ai 52 milioni di dollari, ci sono sicuramente da segnalare i 44 milioni incassati fino ad oggi da The Descendants, i 53 di Hugo Cabret, e i 7 di The Artist, riuscito ad incassare poco più di un milione nell’ultimo weekend, anche se con solo 172 copie a disposizione. Weekend ‘variegato’ il prossimo, grazie agli arrivi del music drama della Warner Joyful Noise, del thriller della Universal Contraband, e soprattutto del ritorno in 3D de La Bella e la Bestia. Riuscirà l’indimenticato cartoon a ripetere il boom de Il Re Leone, detronizzando The Devil Inside?