50 Sfumature di Grigio: anche Rita Ora nel cast

Primo ciak ufficiale per 50 Sfumature di Grigio, attualmente in lavorazione in Canada

Ancora new entry nel cast di 50 Sfumature di Grigio, le cui riprese sono ufficialmente partite ieri, grazie a Rita Ora. La giovane cantante, molto famosa soprattutto in Inghilterra, andrà ad interpretare il personaggio della sorellastra di Christian Grey, Mia. Per Rita ci fu pochi mesi fa il debutto cinematografico con Fast & Furious 6, per un bis che dovrebbe in linea teorica vederla più impegnata.

Il film, che sarà distribuito da Focus Features a febbraio 2015, è diretto da Sam Taylor-Johnson e prodotto da Michael De Luca e Dana Brunetti, affiancati dall'autrice E.L. James. La prima versione della sceneggiatura è stata stesa da Kelly Marcel e poi completata da Patrick Marber e Mark Bombarck. Mattatori Jamie Dornan, nei panni di Christian Grey, e Dakota Johnson, per il ruolo di Anastasia Steele

50 Sfumature di Grigio: via alle riprese ufficiale

Pronti, via. Dopo mesi e mesi di sfiancante casting, con tanto di protagonista annunciato sostituto dopo neanche 2 settimane per evidente ripensamento (Caarlie Hunnam), 50 Sfumature di Grigio ha preso il via. L'adattamento cinematografico del best seller editoriale scritto da E.J. James è infatti andato incontro al primo ciak a Vacancouver, in Canada.

A mostrarci il primo ciak la stessa autrice, via Instagram, per un titolo che verrà diretto dalla promettente Sam Taylor-Johnson, con Jamie Dornan nei panni di Christian Grey e Dakota Johnson in quelli di Anastasia Steele. Al fianco dei due mattatori troveranno spazio Luke Grimes, ovvero Elliot Grey; Jennifer Ehle aka Carla May Wilks; Victor Rasuk nel ruolo di José Rodriguez; Max Martini in quello di Jason Taylor ed Eloise Mumford chiamata ad interpretare Kate Kavanagh.

Inizialmente annunciato per l'agosto del 2014, il film uscirà invece il 13 febbraio del 2015, per un San Valentino cinematografico forse mai così hot. Tre i romanzi scritti dalla James sulla 'coppia' Steel/Grey, per una trilogia che prenderà anche la strada del grande schermo nel caso in cui questo primo capitolo dovesse far furore in sala. Ipotesi tutt'altro che remota visto il ridotto budget tra le mani e le oltre 70 milioni di copie vendute in libreria.

Nel dubbio, le sale potrebbero andare incontro ad una doppia programmazione 'alla Lars Von Trier', con una versione più spinta che possa soddisfare gli amanti del romanzo originale, molto dettagliato nelle sue tante scene di sesso, ed un'altra più vendibile e facilmente fruibile da tutti, minorenni compresi. Opzione praticabile visto quel che ha già annunciato il regista danese con l'imminente Nymphomaniac, pronto ad uscire al cinema in più forme. Tra porno e auto-censura.

  • shares
  • Mail