È morta Whitney Houston

La cantante ed attrice muore a soli 48 anni: la rivedremo però al cinema nell’agosto 2012 in Sparkle, la sua ultima interpretazione…


Si è diffusa in nottata la notizia della morte di Whitney Houston, che viene confermata dalla sua press agent Kristin Foster. Nata nel 1963 a Newark, New Jersey, la cantante muore a soli 48 anni, sconvolgendo il mondo, dopo una decina di anni di vita vissuti in modo turbolento. Nel momento in cui scriviamo si sa solo che il suo corpo è stato ritrovato nella sua stanza al Beverly Hilton Hotel di Los Angeles. Sono ancora da accertare le cause del decesso.

Cantante pluripremiata e da record, secondo Rolling Stones tra le 100 cantanti più grandi di tutti i tempi, la Houston è stata anche icona cinematografica soprattutto grazie a Guardia del corpo, di cui qualche tempo fa si vociferava si sarebbe fatto un remake. Più di 400 milioni di dollari incassati, e una colonna sonora diventata cult, con in testa ovviamente I Will Always Love You: tanto è “bastato” per fare entrare canzone (e film) nell’immaginario collettivo.

Proprio qualche giorno fa la stampa aveva parlato della conversione all’Islam della cantante, che secondo alcuni sarebbe stato un ultimo tentativo di ritrovare la felicità perduta da tempo. Nell’agosto 2012 uscirà nelle sale americane Sparkle, remake dell’omonimo film diretto da Sam O’Steen nel 1976, questa volta diretto da Salim Akil: sarà l’ultima occasione per rivedere la cantante ed attrice al cinema, dopo anni di assenza. Qui la notizia dei cugini di Soundsblog.

Foto: TM News

I Video di Cineblog