"È bello farsi inseguire" diventa film grazie a Drew Barrymore

Sarà il tedesco Christian Ditter a dirigere È bello farsi inseguire ?

Sono passati 4 anni dalla pessima trasposizione cinematografica de La verità è che non gli piaci abbastanza, best seller scritto da Liz Tuccillo, in passato tra le autrici di Sex and the City, diretto da Ken Kwapis, impreziosito da un cast monster e in grado di incassare 178,846,899 dollari in tutto il mondo. Tra i protagonisti di quella pellicola spiccava Drew Barrymore, negli ultimi 3 anni quasi sparita dai set perché più interessata alla propria vita privata e al ruolo di produttrice. Tant'è che sarà proprio lei a produrre È bello farsi inseguire, altra trasposizione tratta dal secondo romanzo della Tuccillo, How to Be Single, uscito nel 2008.

Christian Ditter, regista e sceneggiatore tedesco visto all'opera con French for Beginners - Lezioni d'amore e a breve in sala con Love, Rosie, commedia romantica interpretata da Sam Claflin, Lily Collins e Tamsin Egerton., sarebbe in corsa per il ruolo di 'director'. Proprio quest'ultimo film avrebbe convinto la New Line ad avvicinarsi a Ditter, mentre nessuno sa quale ruolo andrà a vestire Barrymore. Solo e soltanto produttrice o anche protagonista? Ad occuparsi della prima stesura della sceneggiatura Marc Silverstein, con Abby Kohn e Dana Fox attualmente al lavoro sull'immancabile riscrittura. Via alle riprese nel 2014 per poi uscire in sala nel 2015. Magari per San Valentino. La trama? Questa:

Dopo una serata disastrosa con quattro amiche, Julie, brillante addetta stampa di una casa editrice, comincia a porsi seriamente una domanda: "C'è forse qualcosa che non va in me, visto che a trentotto anni, pur vivendo nella Grande Mela, non ho ancora uno straccio di fidanzato?" Non che le sue quattro amiche siano in una situazione migliore: Georgia è appena stata mollata dal marito per un'insegnante di samba di quindici anni più giovane; Alice ha lasciato il mestiere di avvocato per stilare un programma giornaliero di uscite con uomini potenzialmente maritabili; Ruby è in lutto da mesi per la morte del gatto e Serena è diventata vegetariana e si è chiusa in un centro yoga alla ricerca del proprio equilibrio interiore. Così Julie decide di scrivere un libro che parli di come le donne di tutto il mondo affrontano la loro zitellaggine e intraprende un giro del mondo per scoprire se esiste un Paese in cui le single vivano meglio la loro situazione rispetto a quanto facciano le americane. Dalla Francia all'Australia, passando per Roma, Rio de Janeiro, Pechino e Nuova Delhi, Julie imparerà che la spontaneità del sesso è pratica comune in Brasile, dove non è uno scandalo pagare un uomo per fare l'amore; che le italiane quando si arrabbiano rispondono con sonori ceffoni. Mentre Julie vola ai quattro angoli del globo, le disavventure delle sue amiche continuano. Tutte quante scopriranno che in amore non esistono regole.

Fonte: Comingsoon.net

  • shares
  • Mail