Dal 2 marzo al cinema: 50 e 50, Cesare deve morire, Henry, Posti in piedi in paradiso, Safe House - Nessuno è al sicuro, Gli Sfiorati, The Woman in Black

FILM_w-e-LOGO-ALberto_GHIRARDELLI

Italia. Non faremo affatto gli sciovinisti, non lo abbiamo mai fatto. Ma non neghiamo che, alla notizia dell'Orso d'oro assegnato all'ultima Berlinale ai fratelli Taviani, abbiamo un po' gioito. Era da un po' che non vincevamo un premio così importante in uno dei festival internazionali più rinomati. Ma fa benissimo Nanni Moretti, distributore del film attraverso la sua Sacher, a ribadire che si tratta di una vittoria dei Taviani, e non del cinema italiano. Ricordate, dopotutto, gli entusiasmi per le vittorie di Gomorra e Il Divo a Cannes, subito scemate con le proposte italiane del concorso di Venezia? Senza ombra di dubbio è comunque Cesare deve morire il nostro film della settimana: qui trovate le sale dove vederlo. Per restare sempre in Italia, esce dopo due anni anche Henry, il nuovo film di Alessandro Piva, visto in concorso a Torino 2010. Si continua poi con il nuovo film di Carlo Verdone, Posti in piedi in paradiso, e Gli sfiorati tratto dal romanzo di Sandro Veronesi. Vi segnaliamo inoltre che, dopo il trionfo agli Oscar, torna al cinema The Artist, con 115 copie.

  • 50 e 50: Adam ha ventisette anni, una bella fidanzata, e un buon lavoro alla radio. Tutta la sua vita viene però sconvolta dalla diagnosi di una rara forma tumorale. Il ragazzo si trova così a dover far fronte alle contraddizioni generate dal suo stato e alle reazioni paradossali delle persone a lui vicine: Kyle, che usa la malattia dell’amico per attirare le ragazze, la madre, che perde di vista le esigenze del figlio sommersa dalle proprie paure, Rachael, che cerca di non pensare alle condizioni del fidanzato coltivando una vita sociale frenetica, e Katherine, la psicoterapeuta alle prime armi. Terzo lungometraggio di Jonathan Levine, tratto dalla storia vera dello sceneggiatore Will Reiser. Con Joseph Gordon-Levitt, Seth Rogen, Bryce Dallas Howard, Anna Kendrick, e Anjelica Huston. In concorso a Torino 2011, dove ha vinto il premio del pubblico. Qui la nostra recensione e qui il trailer italiano.
  • Cesare deve morire: un documentario che mette in scena il potere, la mancanza di libertà, la colpa e il rimorso, nella Sezione di Alta Sicurezza del carcere Rebibbia di Roma, dove la maggior parte dei detenuti sono condannati all’ergastolo perché appartenenti alla criminalità organizzata (mafia, camorra, ‘ndrangheta). Un documentario girato in carcere, con un gruppo di detenuti, una ’sceneggiatura’ cucita sulle peculiarità e i dialetti dei detenuti-attori, un bianco e nero che segue le prove dei laboratori teatrali e le trame della tragedia shakespeariana del “Giulio Cesare” insieme a quelle personali dei vari detenuti, fino alla rappresentazione finale dello spettacolo ripresa a colori. Il nuovo film dei fratelli Taviani, acclamato Orso d'Oro a Berlino 2012. Qui il trailer italiano.
  • Henry: Roma; Nina, Gianni e Rocco (un’insegnante di aerobica, il ragazzo tossicodipendente e il suo amico di mezza età) vengono coinvolti in un doppio omicidio: quello di uno spacciatore e di sua madre. Si troveranno in mezzo ad una vera guerra tra una gang di malavitosi meridionali e una gang di africani, tutti intenti a conquistare il mercato della droga… Il nuovo film di Alessandro Piva, girato due anni, trova finalmente distribuzione. Con Carolina Crescentini, Michele Riondino, Aurelien Gaya e Claudio Gioè. In concorso a Torino 2010, dove ha vinto il premio del pubblico. Qui il nostro commento a caldo e qui il trailer italiano.
  • Posti in piedi in paradiso: un discografico fallito e nostalgico, un donnaiolo con il vizio del gioco che prova a fare l’agente immobiliare e un composto critico di cinema “retrocesso” al gossip. Tre personaggi “tipici” dell’Italietta odierna, divorziati e disastrati. Tre poveracci in cerca del paradiso, che sbarcano il lunario nel purgatorio terreno della capitale, e scelgono di dividere l’affitto dello stesso fatiscente appartamento, anche se non sono coetanei e non si conoscono affatto. Il nuovo film di Carlo Verdone; nel cast anche Pierfrancesco Favino, Marco Giallini, Micaela Ramazzotti, Diane Fleri e Nicoletta Romanoff. Qui la nostra recensione e qui il trailer italiano.
  • Safe House - Nessuno è al sicuro: un ex agente della CIA viene catturato dopo 10 anni di latitanza. Quando la ‘casa sicura’ in Sud Africa in cui viene tenuto prigioniero dalla CIA viene attaccata da un gruppo di mercenari, un giovane agente dell’Intelligence incaricato di sorvegliarlo fugge con lui. Insieme, l’improbabile coppia di alleati dovrà cercare di sopravvivere abbastanza a lungo da scoprire chi li vuole entrambi morti. Action movie diretto da Daniel Espinosa; con Denzel Washington, Ryan Reynolds, Vera Farmiga, Brendan Gleeson e Sam Shepard. Qui la nostra recensione e qui il trailer italiano.
  • Gli sfiorati: un film sui giovanissimi eroi di una generazione che cerca di vivere ogni cosa, di afferrare tutto quello che scorre intorno: lo sperpero, il caos allo stato fluido, le rincorse metropolitane, il televisore perennemente acceso che lancia i suoi riflessi azzurri in stanze piene di fumo. La storia mette in campo gli sbandati fratelli minori degli anni duemila, fissandone il carattere liquido e accelerandone il destino. Sono loro gli “Sfiorati”. Tratto dall’omonimo romanzo di Sandro Veronesi, il nuovo film di Matteo Rovere. Con Andrea Bosca, Miriam Giovanelli, Claudio Santamaria, Michele Riondino, Asia Argento, Massimo Popolizio ed Aitana Sánchez-Gijón. Qui il trailer italiano e qui la recensione.
  • The Woman in Black: un giovane avvocato, Arthur Kipps, viene mandato in un villaggio remoto e sistemare le carte di un cliente da poco defunto. Mentre lavora da solo nella casa isolata del cliente, Kipps comincia a scoprire dei tragici segreti, il suo disagio cresce quando intravede una misteriosa donna vestita solo di nero. La gente del posto non parla, gli offre solo silenzio, così Kipps è costretto a scoprire la vera identità della donna in nero per conto suo. La Donna in Nero è in cerca di vendetta e per Kipps avrà inizio una disperata corsa contro il tempo. Tratto dal romanzo gotico La Donna in Nero di Susan Hill, già una serie radiofonica, un film per la TV diretto da Herbert Wise (1989), e un adattamento teatrale, un horror diretto da James Watkins. Con Daniel Radcliffe, Ciaran Hinds, Liz White e Janet McTeer. Qui la nostra recensione e qui il trailer italiano.
    • shares
    • Mail
    2 commenti Aggiorna
    Ordina: