Film 2014-2015: John Goodman in The Gambler - Mark Romanek alla regia di Boston Strangler

Dopo Never Let Me Go torna Mark Romanek grazie al thriller Boston Strangler, con Casey Affleck mattatore

- The Gambler: ancora uno. Il mitico John Goodman si è aggiunto al cast di The Gambler, nuovo film di Rupert Wyatt, regista de l'Alba del Pianeta delle Scimmie. Goodman andrà così ad affiancare Mark Wahlberg, Brie Larson, Leland Orser e Jessica Lange, per una produzione Paramount che riporterà in sala 40.000 dollari per non morire, film del 1974 con James Caan all'epoca mattatore. Protagonista indiscusso del film del 74 un professore di inglese di New York, amato dai suoi studenti, che combatte contro la dipendenza dal gioco e finisce nei guai per via di un grosso debito. 40.000 dollari. Un prestito gli viene concesso da sua madre, ma non bastano, tanto da volare a Las Vegas per tentare il colpaccio. Ma finirà per non vincere, tanto da lasciare il suo destino tra le mani della mafia. Nessuno sa quale ruolo andrà ad interpretare Goodman, doppiatore nel 2013 di Monsters University e a breve in sala con l'atteso The Monuments Men di George Clooney.

- Boston Strangler: finalmente Mark Romanek. Archiviato lo splendido e sottovalutato Never Let Me Go, Mark Romanek tornerà a breve sul set grazie a Boston Strangler, film Warner con Casey Affleck protagonista. Variety ha riportato le trattative arrivate alla loro conclusione tra il regista e la major, con Chuck Maclean autore dello script. Affleck, qui anche produttore esecutivo, vestirà i panni di un detective che in indaga su una serie di omicidi fino ad oggi mai del tutto risolti. Il film porterà al cinema la storia vera dei lunghi omicidi seriali che sconvolsero Boston nei primi anni '60. Un uomo, Albert DeSalvo, è stato successivamente arrestato e ha confessato i crimini, anche se ancora oggi in molti si chiedero se ci fossero complici. Mai scovati.

- X-Men: Giorni di un futuro passato: ancora un mutante, a sorpresa. In X-Men: Giorni di un futuro passato rivedremo infatti anche Evan Jonigkeit, pronto a indossare i panni del giovane Toad nell'imminente nuovo capitolo Fox. Un personaggio, quello di Toad, interpretato 13 anni fa da Ray Park, nel primo lontano capitolo firmato Brian Singer, per poi sparire. Fino ad oggi. Perché il regista l'ha buttato nel calderone mutante pensato per il grande ritorno X-Men, in sala dal 22 maggio. "L'estetica del personaggio sarà molto diversa dal primo film, ma non mi è permesso di dire niente di più di questo. Posso solo aggiungere che il film avrà un tono molto più cupo", ha confessato Evan Jonigkeit, per un film che verrà seguito nel 2016 da X-Men: Apocalypse, la cui regia dovrebbe rimanere tra le mani dello stesso Singerl. Anche se manca ancora l'ufficialità, e soprattutto la firma sul contratto.

  • shares
  • Mail