Stasera in tv: "Il 7 e l'8" su Canale 5

Canale 5 stasera propone "Il 7 e l'8", film commedia del 2007 diretto da Salvatore Ficarra, Valentino Picone e Giambattista Avellino e interpretato da Salvatore Ficarra, Valentino Picone, Remo Girone, Tony Sperandeo, Barbara Tabita e Eleonora Abbagnato.

[Per visionare il trailer clicca sull'immagine in alto]

 

Cast e personaggi


Salvatore Ficarra: Tommaso Scavuzzo
Valentino Picone: Daniele La Blasca
Eleonora Abbagnato: Eleonora Scavuzzo
Barbara Tabita: Marcella
Andrea Tidona: colonnello La Blasca
Lucia Sardo: signora La Blasca
Consuelo Lupo: Signora Scavuzzo
Remo Girone: Mimmo Barresi
Arnoldo Foà: Padre Superiore
Tony Sperandeo: Gino La Monica
Luciano Messina: Commissario di polizia
Cristina Parodi: sé stessa (si vede in TV)

 

La trama


 

Tommaso (Salvo Ficarra) e Daniele (Valentino Picone) sono due individui profondamente diversi, per temperamento, storia personale e livello sociale. Daniele frequenta senza troppi slanci la Facoltà di Giurisprudenza, e con lo stesso entusiasmo, una fidanzata politicamente corretta (Barbara Tabìta) che fa l’assistente all’Università. Il padre colonnello dei carabinieri (Andrea Tidona) gli ha sempre insegnato a rigare dritto e stare alla larga dai perditempo. Ma il destino, che la sa piu’ lunga, mette sulla sua strada un tipo poco affidabile, un ladro di segnali stradali e taroccatore di professione, specializzato in dvd e schede telefoniche, che guarda caso è nato il suo stesso giorno, nella stessa città, persino nello stesso ospedale.

Una volta incontrati i due, loro malgrado, non potranno più dividersi, finchè tanti piccolo indizi li porteranno a scoprire la più tragicomica delle verità: al momento della nascita sono stati scambiati nelle culle. Da quel momento niente sarà piu’ come prima.Tommaso e Daniele decidono di andare a fondo nella ricerca della propria identità provocando l’incontro e lo scontro fra due mondi diversi, in un gioco di destini incrociati ed imprevedibili equivoci.

Fra madri inconsapevoli (Consuelo Lupo e Lucia Sardo), infermieri pazzi (Tony Sperandeo), fidanzate gelose, un padre mancato o forse solo temporaneamente assente (Remo Girone) e una sorella troppo bella per essere vera (Eleonora Abbagnato), i due personaggi in cerca d’autore risaliranno ad un antico segreto che forse non sarebbe mai venuto a galla. Per riaffermare, attraverso un viaggio emozionante, il primato dei sentimenti con uno sguardo sorridente sulle illusioni che attraversano l’esistenza umana. E con quella leggerezza a tratti trasognata, a tratti dissacrante, che rappresenta il tratto piu’ personale dei due artisti siciliani.

 

Il nostro commento


 

Seconda incursione su grande schermo del duo palermitano dopo il buon esordio Nati stanchi. Se nel primo film si puntava esclusivamente su gag e battute costruite sui fortunati personaggi del televisivo Zelig, stavolta con Il 7 e l’8 si esplora la commedia degli equivoci distaccandosi in parte dai cliché televisivi per rischiare qualcosina di più.

Questo approccio funziona decisamente bene e il percorso del duo, che proseguirà anche con il successivo La matassa, rende il progressivo abbandono dal repertorio televisivo meno traumatico per il pubblico di aficionados, ma aggiunge al tutto una gradevole nota di surreale malinconia che conquista e convince.

Il film, diretto dal duo con l’ausilio dello sceneggiatore Giambattista Avellino, ci porta su lidi decisamente più cinematografici, certo utilizzando comunque il consolidato escamotage della differenziazione caratteriale impronta tipica della coppia di comici, ma esplorando un racconto più maturo, meno avvezzo ai tormentoni e decisamente coinvolgente. Questa ennesima prova conferma l’istinto da grande schermo di Ficarra e Picone che puntano ad una comicità efficace, spensierata e sorniona.

 

Note di produzione


 

Il 7 e l’8” nasce dalla collaborazione e dal lavoro di Ficarra & Picone e Giambattista Avellino. Un sodalizio artistico e professionale quasi inossidabile, perchè, come dice Ficarra: “Di Giambattista non posso dire né bene, né male. Chi l’ha mai visto sul set? Lui si è molto impegnato nei provini con le attrici... Le parti femminili erano il lavoro più faticoso”. Il film nasce dall’idea di cimentarsi in una commedia densa di emozioni, che divertisse e facesse riflettere. “Certo”, dice Picone “era importante anche far lavorare il nostro anziano Direttore della Fotografia, quindi il film era un modo per stare insieme, per non farlo sent ire alle soglie della pensione”. “Viste le premesse, il clima sul set è sempre stato di grande collaborazione”, continua Ficarra, “ Io e Picone siamo sicuramente molto diversi, e va detto che solo per la buona volontà di qualcuno (senza specificare chi sia quel qualcuno) troviamo un punto d’incontro!”. Infatti, le riprese del film si sono svolte all’insegna di una grande armonia condita di scherzi e continue battute. “Eravamo sul set di una commedia” prosegue Picone, “ e l’ultimo giorno di riprese piangevano tutti. Era uno spettacolo emozionante vedere questa troupe italo-siciliana abbracciarsi commossa. Poi, erano nate relazioni sentimentali e c’era qualcuno che non voleva più lasciarsi”. La presenza di tre punti di vista ha poi offerto la possibilità di un confronto di vedute e stili. Giambattista Avellino tiene a precisare infatti che “Questa regia a tre non ha creato alcun problema, nel senso che sul set non c’erano tre registi. Ce n’era uno solo, e non c’è bisogno di specificare chi fosse”. Il cast di attori e attrici di prim’ordine ha entusiasmato la troupe poiché ha regalato alla sceneggiatura un grande contributo artistico. Anche da parte di chi, come Eleonora Abbagnato per la prima volta si “esibisce” in un film e non sui palcoscenici dei grandi teatri. Prima ballerina del Corpo di Ballo dell’Opéra di Parigi, ha mosso sicura i suoi primi passi da attrice: “Abbiamo avuto anche la grande opportunità di avere Eleonora Abbagnato sul set, l’étoile dell’Opéra di Parigi” dice Picone, “ E noi l’avevamo selezionata come ballerina, anzi quasi pensavamo di cambiare il soggetto del film e fare un musical. Dopo il provino, ci siamo guardati negli occhi e abbiamo detto – Ma non sa ballare!. Però ormai era arrivata fino a lì, l’abbiamo presa e l’abbiamo fatta recitare”. La scelta infine di ambientare il film in Sicilia è stata quasi una scelta obbligata, “ Abbiamo girato in Sicilia perché volevamo andare a dormire a casa!” conclude Ficarra. “E comunque tengo a precisare che è il secondo film ambientato in Sicilia dove nessuno muore sparato. Quindi credo sarà l’ultimo...Non vorremmo che diventasse un’abitudine”. [Ficarra & Picone]

 

Curiosità




  • Nel film fa il suo debutto in veste d'attrice Eleonora Abbagnato, prima ballerina dell'Opéra di Parigi e appare in un cameo la conduttrice tv e giornalista Cristina Parodi.

  • Il film ha ricevuto nomination sia ai David di Donatello che ai Nastri d'Argento nelle categorie Miglior regista esordiente.

  • Dalla versione per le sale è stata eliminata la scena in cui viene spiegato perchè Tommaso rubava i cartelli stradali (per rivenderli in stock a prezzo scontato ai sindaci dei paesini siciliani). La scena è stata inclusa nei contenuti speciali dell'edizione DVD e la potete trovare tra le clip in coda all'articolo.

  • Il paese di San Giovanni in Calice, dove nel film si trova il convento in cui si è ritirato il vero padre di Tommaso, nella realtà non esiste poiché si identifica con San Giovanni in Fiore in Calabria, che corrisponde alla collocazione geografica indicata da Eleonora; ma le vere scene sono state girate nel Borgo medievale di Santa Lucia del Mela (ME), in Sicilia.


 

[Per guardare il video clicca sull'immagine in alto]

 

 

La colonna sonora




  • Le musiche originali del film sono di Carlo Crivelli (E' stato il figlio), assiduo collaboratore del regista Marco Bellocchio per il quale ha musicato diverse pellicole a partire dagli anni '80 tra queste Il diavolo in corpo (1986), Il principe di Homburg (1996), Il regista di matrimoni (2006) e Vincere (2009).


il-7-e-l8-stasera-su-canale-5.jpgTRACK LISTINGS:

1. L'universo
2. Il 7
3. L'8
4. Canzone per il 7 e l'8
5. Un po' piu'
6. Corsa all'universita'
7. "Tango del ""bip"" notevole"
8. Valzer sinfonico del 7
9. Il 7 e l'8
10. Tema di Eleonora
11. "Ed e' subito ""bip"""
12. Il racconto della madre
13. Nell'antro del cattivone
14. "Il ritorno del ""bip"""
15. Barresi blues
16. Direi ch'e' l'8
17. Valzerino del 7

 


[Per guardare il video clicca sull'immagine in alto]

 

 

  • shares
  • Mail