Labor Day: anche James Van Der Beek nel nuovo film di Jason Reitman tratto da Un giorno come tanti

“Dawson” torna sul grande schermo grazie al nuovo film del regista di Juno: sarà la prova del grande rilancio?


Dopo Young Adult, Jason Reitman è pronto a tornare con il suo quinto film, Labor Day. Tratto dall’omonimo romanzo di Joyce Maynard (pubblicato da noi con il titolo Un giorno come tanti), il film vede per protagonisti Kate Winslet e Josh Brolin. A loro si aggiunge oggi un volto parecchio noto ai fan di telefilm: parliamo di Dawson, ovvero James Van Der Beek. Nonostante fosse il protagonista della serie, l’attore è stato quello meno fortunato tra gli attori principali (e pure oggetto di parecchio scherno a causa di geniali gif e meme). C’è da dire che il ragazzo ha comunque azzeccato – dieci anni fa – un ruolo felicissimo (Sean Bateman ne Le regole dell’attrazione), e si è dimostrato parecchio autoironico (vedi anche il video di Blow).

Il film si svolge durante un weekend della festività americana del Labor Day, negli anni 80. Adele, una donna depressa e divorziata (Kate Winslet), mentre sta facendo shopping con il figlio di 13 anni, Henry (Gattlin Griffith), incontra un uomo spaventoso e grosso di nome Frank (Josh Brolin), che sta pure sanguinando! L’uomo chiede loro uno strappo, e nonostante tutto Adele ed Henry accettano. Poco dopo vengono a sapere che la polizia sta cercando un detenuto in fuga… Quindi: ora sono ostaggi o complici? E mentre iniziano a venire a conoscenza della vera storia di Frank, la situazione comincia a cambiare piega…

Van Der Beek avrà molto probabilmente un piccolo ruolo, ovvero quello di un ufficiale di polizia che sta investigando sul caso di una persona scomparsa. Però potrebbe anche essere il ruolo del rilancio per l’attore. C’è da dire comunque che si tratta di un’indiscrezione, anche se parecchio affidabile, e che la Paramount non ha per ora confermato la notizia. Aspettiamo…

Fonte: Hollywood Reporter

I Video di Cineblog

Ultime notizie su Film Americani

Tutto su Film Americani →