• Film

Weekend moscio negli States: conferma Think Like a Man

La quiete prima della tempesta. Aspettando il ciclone The Avengers, il box office americano si è preso 72 ore di ‘pausa’

La quiete prima della tempesta. Aspettando il ciclone The Avengers, il box office americano si è preso 72 ore di ‘pausa’. Il fine settimana ci ha infatti regalato performance pessime da parte delle new entry, tanto da confermare Think Like a Man in testa alla chart. -46% sugli incassi e 60 milioni di dollari incassati fino ad oggi per la black comedy della Sony / Screen Gems, costata appena 12 milioni e di fatto sorprendente. Scivola così in terza posizione The Lucky One, calato di un -50% sugli incassi e arrivato ai 40 milioni, confermando la ‘forza’ dei best seller di Nicholas Sparks in sala, mentre al 4° posto ritroviamo Hunger Games, riuscito a calare di un misero -23% e arrivato alla strabiliante cifra di 372 milioni di dollari. A piangere dinanzi alle vecchie conoscenze, le new entry.

5° posto e solo 11 milioni di dollari in cassa per la commedia The Five-Year Engagement, che ne è costati 30, mentre poco meglio è riuscito a fare Pirati! Briganti da Strapazzo, lanciato in ben 3,358 copie dalla Sony/Columbia ma fermatosi a quota 11 milioni e mezzo di dollari d’incasso, e con annesso sovrapprezzo 3D. Per lo splendido cartoon della Aardman, purtroppo deludente anche al botteghino tricolore, un esordio sottotono. Altre new entry ed altre ossa rotte per l’action Safe, riuscito ad incassare poco più di 7 milioni, e The Raven, fermatosi a quota 7 milioni.

Chi ha toccato quota 37 milioni di dollari è I Tre Marmittoni, seguito dal documentario Disney Chimpanzee, ormai ad un passo dal muro dei 20 milioni di dollari. In ultima posizione, e con 34 milioni di dollari, troviamo invece The Cabin in the Woods. Da segnalare, infine, i 90,400 dollari incassati in 72 ore da Bernie, lanciato in appena 3 copie. Venerdì prossimo, come tutti ormai saprete, scoccherà l’ora The Avengers, riuscito a sbancare i box office esteri in questo primo weekend di programmazione (incassati 178 milioni di dollari). Ma quanto raccoglierà all’esordio negli States? Da battere, giusto per non dimenticare, ci sono i 169,189,427 dollari raccolti lo scorso anno da I Doni della Morte Parte 2. Marvel vs. Harry Potter. Chi vince? A domenica prossima per l’ardua risposta.