Maladies: James Franco e Carter ai confini della società, della mente e della settima arte

Viaggio ai margini della società e della settima arte, della malattia mentale e dell'amicizia con James Franco e Maladies, esordio al lungometraggio del visual artist Carter.

Le performance dell'instancabile, eclettico e audace James Franco si spingono alle frontiere della malattia mentale, e dell'amicizia tra outsider negli anni '60 di Maladies.

In questo caso il nostro infaticabile sperimentatore di confini, interpreta un giovane e talentuoso attore di soap opera, che lascia precocemente la carriera di successo, e in stallo un romanzo eternamente incompiuto, a causa di una presunta schizofrenia che lo priva della lucidità, e lo porta a ritirarsi in una casa una casa stile Grey Gardens sulla spiaggia di Long Island.

James Franco in Maladies distribuito da Tribeca Film

Un esilio volontario in un luogo lontano dalle luci e i ritmi di New York, che condivide con la sorella Patricia (Fallon Goodson), gravemente depressa e alienata, e l'amica Catherine (Catherine Keener), pittrice cross-dresser e fumatrice compulsiva, con la quale James stringe un patto di mutuo soccorso creativo, che costringe l'artista che sopravvive a completare l'opera incompiuta dall'altro.

Catherine Keener e James Franco in Maladies distribuiti da Tribeca Film

Un triangolo alienato in equilibrio con un legame di famiglia sopra le righe, tra un attore schizofrenico (destino professionale?), una ragazza praticamente muta e una donna/mamma che ama 'truccarsi' da uomo.

Un nucleo familiare affiancato da David Straithairn, Alan Cumming, Vince Jolivette (socio, collaboratore e coproduttore con la Rabbit Bandini di Franco), Jon Prescott (con Franco in Urlo) Mary Beth Peil nei panni di una donna cieca, e lo stesso regista, già pittore di fama internazionale, scultore e fotografo, in mostra al MoMA, al Whitney Museum di New York, alla Tate Modern e alla Saatchi Gallery di Londra, oltre che filmmaker del corto Erased, dove James Franco gioca con alcune icone cinematografiche, da Julianne Moore in Safe di Todd Haynes, a Rock Hudson in Seconds di John Frankenheimer.

Un dramma idiosincratico per l'opera prima dell'artista contemporaneo newyorkese Carter, che dopo un ritorno in sala di montaggio e aver saltato l'appuntamento con il Sundance Festival, è stato presentato al 63 Festival di Berlino, insieme a Interior. Leather Bar, Lovelace e la seconda personale di Franco.

James Franco in Maladies distribuito da Tribeca Film

Maladies arriverà in download su iTunes e in VOD (video on demand) il prossimo 25 marzo (invece del 18 precedentemente comunicato) con la Tribeca Film, ed è prevista un'uscita in alcune sale selezionate a partire dal 21 marzo 2014.

James Franco - Maladies - poster

James Franco - Maladies - poster - old

Via | Voltage Pictures  - Tribeca Film - Jamer Franco Italia

  • shares
  • Mail