• Film

Box Office Usa: The LEGO Movie imbattibile – male Pompei

Costato 100 milioni di dollari, Pompei ha fortemente deluso al debutto americano, confermando l’inizio choc dell’action-fantasy in questo 2014 dopo i flop di Hercules, I, Frankenstein e Robocop

Chi fermerà gli straordinari ed esilaranti protagonisti di The LEGO Movie? Difficile a dirsi, visto il travolgente successo che la pellicola Warner sta meritatamente ottenendo negli States. Il film di Phil Lord e Chris Miller ha infatti mantenuto la vetta del box office per il 3° weekend consecutivo, perdendo appena il 37% sugli incassi rispetto a 7 giorni fa, con altri 31 milioni di dollari e mezzo in cassa e uno straordinario totale arrivato ai 183,160,000 dollari. Ne è costati appena 60. Persino il mirabolante Frozen dei record non era arrivato a tanto una volta arcihiviato il 3° fine settimana, con 164,772,211 dollari in saccoccia. A questo punto è facile ipotizzare il raggiungimento della soglia dei 250 milioni per The LEGO Movie, già proiettato al futuro quando nel 2017 uscirà in sala l’ovvio capitolo 2. Grandi sconfitti, è evidente, le due new entry del fine settimana. Ma con pesi diversi.

Costato solo 28 milioni, 3 Days to Kill della Relativity Media ne ha rastrellati 12.3 in 3 giorni, tanto da potersi dire quasi ‘soddisfatto’, mentre chi si lecca le ferite è Paul W.S. Anderson. Pompei della TriStar si è infatti fermato a quota 10 milioni di dollari d’incasso in 72 ore, dopo esserne costati ben 100. E’ il quarto flop ‘action-fantasy’ di questo 2014 dopo Hercules (19 milioni incassati, ne è costati 70), I, Frankenstein (19 milioni incassati, ne è costati 65) e Robocop, calato di un pesante -57% e arrivato ai 43,600,000 dollari d’incasso dopo esserne costati 100. Numeri più accettabili rispetto ai concorrenti ma comunque al di sotto delle attese della vigilia.

A quota 58 milioni ecco invece arrivare The Monuments Men, con la commedia romantica About Last Night crollata di un 71% e arrivata ai 38 milioni di dollari. Sempre in Top10 l’inaffondabile Frozen della Disney, arrivato ai 384,061,000 dollari d’incasso (980 wolrdwide) e ufficialmente ‘d’avanti’ ad un mito come Nemo della Pixar, fermatosi ai 380,843,261 dollari casalinghi. Davanti all’ultimo capolavoro Disney solo due titoli animati: Toy Story 3, con 415,004,880 dollari, e Shrek 2, con 441,226,247 dollari. Chiusura di chart con i 123 milioni di Ride Along, i 20 di Endless Love, gli 11 del disastroso Storia d’Inverno, costato 60 milioni e crollato del 71% sugli incassi, e i 121 del sorprendente Lone Survivor. Da sottolineare poi i 144 milioni di American Hustle, i 113 di The Wolf of Wall Street, i 2 milioni del nostro La grande Bellezza e i 306,000 euro all’esordio di The Wind Rises, ultimo capolavoro firmato Hayao Miyazaki riuscito ad archiviare una media per sala pari a 14,571 dollari.

Altro fine settimana di coppia il prossimo, grazie agli arrivi di Non-Stop, thriller Universal con Liam Neeson mattatore, e Son of God, film tratto dalla serie tv La Bibbia lanciato dalla Fox in 3000 copie. Chi di questi riuscirà a smontare The Lego Movie?

I Video di Cineblog