Chocó: il coraggio di una donna, al cinema dal 6 marzo 2014

Dal Berlinale 2012 ai cinema italiani, dal 6 marzo 2014 Chocó festeggia l'universo femminile elevando il coraggioso che spera e lotta per un mondo migliore.

Chocó come il titolo del lungometraggio d'esordio di Jhonny Hendrix Hinestroza. Chocó come il nome del dipartimento colombiano che comprende il piccolo paese in cui si svolge il film, e il capoluogo Quibdó, che ha dato i natali al suo sceneggiatore, regista e produttore (con la sua Antorcha Films), nel 1975.

Chocó come il nome della protagonista, interpretata da Karen Hinestroza, e il colore della sua bellissima pelle, profumata di amore per i figli, di speranza per il loro futuro, e coraggio per superare una vita che non offre mai niente di dolce.

Karen Hinestroza e Daniela Mosquera - Choco? di Jhonny Hendrix Hinestroza

Chocó ha ventisette anni, e vive con la sua famiglia in una piccola capanna di legno al confine di un villaggio del dipartimento colombiano, tanto ricco di risorse naturali da impoverire i suoi abitanti, a causa degli speculatori della miniere d?oro, dove si usa in abbondanza il mercurio che inquina, e non si lesina la discriminazione dei neri, chiamati afro-colombiani.

Anche Chocó ha un lavoro sottopagato in una miniera d'oro, un marito di nome Everlides (Esteban Copete), che passa il tempo a suonare la Marimba, a perdere al gioco (Domino) il poco denaro che hanno, e a possederla con violenza quando è ubriaco, in un mondo che sottomette la donna al volere e potere dell'uomo, sino al più miserabile.

Esteban Copete - Choco? di Jhonny Hendrix Hinestroza

Una condizione che non indebolisce la speranza in un futuro migliore, e tutto l'amore che Chocó prova per i suoi due figli, neanche quando perde il suo misero lavoro e Everlides sperpera i loro ultimi risparmi, perché è disposta a qualunque sacrificio pur di regalare alla figlia Candelaria (Daniela Mosquera) la torta per il suo sesto compleanno, continuando a lottare in un mondo imperfetto come donna, moglie e madre.

Chocò - poster 2

Dopo l'esordio nella sezione Panorama del Festival di Berlino 2012, aver vinto il Premio del Pubblico al Festival di Cartagena 2012, ed essere entrato in concorso al Milano Film Festival 2012, Chocó arriva nelle sale cinematografiche italiane con la distribuzione indipendente di Cineclub Internazionale Distribuzione, giovedì 6 marzo 2014, in tempo per festeggiare la Giornata Internazionale della Donna dell'8 marzo, con una storia di lotta, fede e speranza al femminile, che arriva da una delle regioni più povere della Colombia.

Chocò - poster 1

Note di Regia

“Chocó cerca di restare a galla. La sua vita quotidiana è rappresentabile tramite una serie di riprese panoramiche spente e dipinte in tonalità grigie e marroni. L’unica cosa che la fa andare avanti sono i suoi bambini, ma la depressione dovuta alla sua relazione e la violenza a cui è sottoposta le faranno cambiare idea sulla sua vita e la sua cultura. Quando prende la decisione di lasciare Everlides, suo marito, realizza che deve farlo affrontando la realtà. Chocó non è un film d’azione ma un ritratto profondo su coloro che vivono in una terra dimenticata; è una metafora sulla ricchezza di questa terra e sull’abuso che ne deriva. È una storia che mescola dramma, amore e toni comici, come accade nella vita reale.”

Via | Facebook

  • shares
  • Mail