Goodbye World: benvenuti amici sull'orlo dell'apocalisse

L'ironia apocalittica di Goodbye World arriva al cinema e On Demand il 4 aprile 2014, speriamo prima della fine del mondo.

Le dinamiche da fine del mondo che avvincono gli istinti più apocalittici della natura umana, insieme alle trame delle sue esternazioni, sin dai tempi di Mosè, sul grande schermo non lesinano kolossal catastrofici, mentre il cinema Indie si concede l'ironia amara di "Goodbye World".

L'ultimo saluto che appare sugli schermi eternamente connessi di telefoni cellulari e computer di tutto il mondo, con l'attacco del virus informatico che paralizza l'umanità. L'inizio divertito di un caos atteso, già provvisto di rifugi in mezzo ai boschi a nord di San Francisco, e amici con grossi orsi rosa che non si negano rimpatriate nostalgiche.

Goodbye World

James (Adrian Grenier), ex guru della tecnologia e Lily (Kerry Bishe), stanno tentando di crescere la loro piccola figlia lontano dalla città, quando il misterioso e apocalittico attacco informatico sconvolge anche il loro mondo, trasformando la loro moderna dimora progettata per affrontare eventuali catastrofi, in un bunker condiviso con i vecchi amici in cerca di un rifugio.

Una rimpatriata inaspettata, che si isola dal resto del mondo con la baldoria dei ricordi, reminiscenze di idealismi giovanili e flirt mai dimenticati, riunendo il vecchio fidanzato di Lily, Nick (Ben McKenzie) con la moglie Becky (Caroline Dhavernas), Laura (Gaby Hoffmann), donna con la carriera rovinata dopo un video della sua relazione sessuale con un senatore, e l'attivista politico Benjamin (Mark Webber) appena uscito di prigione, mentre la giovane fidanzata Ariel (Remy Nozik) aliena al clan, contribuisce ad innescare risvegli di vecchie ostilità e desideri latenti, insieme al pericolo che incombe con stranieri disperati e guardia nazionale.

Goodbye World

Goodbye World

Strizzando l'occhio alle nostalgiche rimpatriate generazionali degli anni 80 con Il grande freddo (The Big Chill) di Lawrence Kasdan, e le orde fameliche da kolossal apocalittico alla "World War Z", Goodbye World, diretto da Denis Henry Hennelly e sceneggiato con Sarah Adina Smith, punta lo sguardo su orizzonti incerti e ironie amare, grossi orsi rosa, e quel campo minato da vecchi rancori e amori che può essere più temibile della fine del mondo, e ovviamente ci auguriamo di posticipare a dopo l'uscita del film in sala e On Demand, dal 4 aprile 2014.

Goodbye World

Goodbye World - poster

Via | Facebook

  • shares
  • Mail