Tutti i Ju-On, il vero The Grudge…

The Grudge 2 è arrivato al cinema da una settimana ma non riceve consensi troppo entusiasti. Facendo una ricerchina in rete mi sono, però, accorta di una cosa. Takashi Shimizu è sia il regista della versione americana sia del Ju-On originale; e fin qui…. più o meno normale… La situazione si complica perché i film

di carla

The Grudge 2 è arrivato al cinema da una settimana ma non riceve consensi troppo entusiasti. Facendo una ricerchina in rete mi sono, però, accorta di una cosa. Takashi Shimizu è sia il regista della versione americana sia del Ju-On originale; e fin qui…. più o meno normale… La situazione si complica perché i film non sono rispettati in modo cronologico. Vi spiego.
Tutto inizia nel 2000 quando viene girato per la tv giapponese il primo capitolo di Ju-On dove comincia la maledizione, dove cioè il marito geloso uccide la moglie e il bimbo Toshio. Dove, insomma, nasce il Rancore, il Grudge, lo Ju-On.
Dopo qualche mese, sempre per la tv, arriva Ju-On 2.
Nel 2003, questa volta per il cinema, arriva Ju-On 3 ma Shimizu decide, inspiegabilmente, di intitolarlo solo Ju-On creando non pochi problemi di cronologia. Il remake americano (il primo) infatti copiava questo che, del resto, è il primo sul grande schermo. Nello stesso anno (2003) arriva anche Ju-On 4 che, a ‘sto punto, non so più di cosa parli…

Attenzione quindi quando trasmettono in tv la saga Ju-On (come fece Mtv tempo fa). Il canale ha infatti proiettato PRIMA Ju-on 3 spacciandolo per l’uno e poi Ju-On 2. Insomma, un gran casino. MA! Cineblog arriva in vostro aiuto. Ho scovato su San You Tube tutti i film. Sì sono a spezzoni ma ci si può fare un’idea della differenza tra quelli americani e rimettere in ordine le storie.

Ad esempio: QUI trovate l’inizio di Ju-on 1 the curse. E via dicendo con la parte 2, parte 3, parte 4, parte 5, parte 6, parte 7, parte 8

Digitando poi Ju-On the curse 2 abbiamo tutte le parti del secondo film.

E così anche per Ju-On the Grudge (che è il terzo) e Ju-On the grudge 2 (che è il quarto).

Chissà se sono stata chiara… io comincio ad andare in delirio…

Vi lascio con una spiegazione ulteriore: i fantasmi in Giappone sono generalmente chiamati “obake”. Gli obake si trasformano però in “yurei” nel caso di una morte violenta rimanendo così nel mondo dei vivi in cerca di vendetta. Sono rappresentati con la pelle pallida, praticamente bianca, perché il colore è legato alle vesti usate durante la cerimonia funebre. Le donne vengono chiamate “yuki onna” simili alle donne delle nevi e vengono rappresentate vestite di bianco e con lunghissimi capelli neri.

I Video di Cineblog

Ultime notizie su Film Orientali

Tutto su Film Orientali →