• Film

Città di carta e The Big Short. Il grande scoperto diventano film

John Green e Michael Lewis sbarcano al cinema grazie a Città di carta e The Big Short

– Città di carta: In attesa di vedere in sala Colpa delle Stelle, adattamento cinematografico di un romanzo firmato John Green, la Fox 2000 starebbe lavorando ad una seconda trasposizione dello stesso autore, ovvero Paper Towns, arrivato in Italia con il titolo Città di Carta. A detta di Deadline molte persone che si sono occupate di The Fault in Our Stars tornerebbero a lavorare dinanzi al best seller di Green, con Scott Neustadter e Michael H. Weber di nuovo sceneggiatori, Nat Wolff protagonista e la coppia Marty Bowen – Wyck Godfrey ancora una volta produttori.

Pubblicato nel 2008, il romanzo racconta questa storia:

Quentin Jacobsen è sempre stato innamorato di Margo Roth Spiegelman, fin da quando, da bambini, hanno condiviso un’inquietante scoperta. Con il passare degli anni il loro legame speciale sembrava essersi spezzato, ma alla vigilia del diploma Margo appare all’improvviso alla finestra di Quentin e lo trascina in piena notte in un’avventura indimenticabile. Forse le cose possono cambiare, forse tra di loro tutto ricomincerà. E invece no. La mattina dopo Margo scompare misteriosamente. Tutti credono che si tratti di un altro dei suoi colpi di testa, di uno dei suoi viaggi on the road che l’hanno resa leggendaria a scuola. Ma questa volta è diverso. Questa fuga da Orlando, la sua città di carta, dopo che tutti i fili dentro di lei si sono spezzati, potrebbe essere l’ultima.

citta?dicarta-770x375

– The Big Short. Il grande scoperto: Paramount Pictures e Plan B hanno annunciato che Adam McKay sceneggerà e dirigerà l’adattamento cinematografico di The Big Short. Il grande scoperto, libro scritto da Michael Lewis nel 2010. Tra i produttori della pellicola Brad Pitt, che potrebbe tranquillamente ritagliarsi unos spazio anche recitativo. McKay ha recentemente co-sceneggiato, prodotto e diretto Anchorman 2 : La leggenda Continua per la Paramount Pictures, con più di 170 milioni dollari incassati. Al centro della trama di The Big Short la disastrosa bolla immobiliare di pochi anni fa.

Scommettere contro il sistema e guadagnarci. È quello che ha fatto un piccolo gruppo di speculatori visionari che hanno intuito che cosa stava succedendo sul mercato ben prima dello scoppio della crisi mondiale nel 2008 e ne hanno approfittato, facendo a volte precipitare gli eventi e uscendone vincenti. The Big Short – Il grande scoperto è la storia della crisi dal loro punto di vista di personaggi fuori dagli schemi, “eroi” dai caratteri difficili, sconosciuti ai più ma fondamentali per capire che cosa è successo veramente. Una coppia di ragazzi partita con 100 mila dollari da un garage; un medico che gioca a investire a tempo perso nelle (pochissime) ore libere e divulga consigli finanziari in un forum; il finanziere arrogante che pensava di saperne una più degli altri… e che scoprirà di aver ragione. In comune, una certa “eccentricità” che lì ha portati a non ascoltare il senso comune, la droga collettiva elle spingeva tutto il resto del mercato a pensare che i rendimenti sui mutui e sui derivati non sarebbero mai finiti…