• Film

10 film horror da vedere con la luce accesa

Direttamente dal sito “Diffuser.Fm vi propongo una nuova classifica horror

di carla

Il sito Diffuser.Fm ha stilato la classifica 10 Movies to Watch With the Lights On e visto che il tema film horror è sempre molto apprezzato qui su Cineblog e data la mia curiosità su questa lista, ecco qui che ve la propongo. Vediamo cosa hanno scelto per questi 10 film da guardare con la luce accesa. Ditemi cosa ne pensate. Quale film di questi vi ha fatto tenere la luce accesa? Personalmente devo ammettere che The Others e The Strangers hanno il loro perché.

The Others (2001)

La nebbia impenetrabile. La casa. I bambini inquietanti. La seduta spiritica. La svolta finale che diventa in realtà più potente, con visioni ripetute. La perfezione gothic-horror.

Black Christmas (1974)

Halloween 81978) di John Carpenter è riuscito a eclissare Black Christmas in popolarità e influenza ma entrambi i film – bene o male (soprattutto nel male) – sono riusciti a tenere una tendenza che sarebbe stata con noi per molto tempo.

Lake Mungo (2008)

“Lake Mungo” è un horror psicologico in stile mockumentary. E’ la storia dell’inferno di una famiglia dopo la morte misteriosa della figlia. E’ un mistero. E’ una storia di fantasmi. Ed è uno dei più convincenti documentari falsi del cinema. Il direttore della fotografia John Brawley sa come catturare il vuoto lasciato da una persona amata e perduta e il gelo minaccioso dei luoghi familiari quando il dolore e la tristezza sembrano essere tangibili nell’aria.

The Strangers (2008)

C’è un sottogenere dell’horror più personale dell’home-invasione? In “The Strangers” Liv Tyler e Scott Speedman devono fronteggiare un trio mascherato con un movente sconosciuto.

Carnival of Souls (1962)

E’ difficile guardare “Carnival of Souls” e non pensare agli innumerevoli film che sono stati leggermente aromatizzati con i suoi orrori visivi. Herk Harvey ha realizzato la pellicola con un budget ridotto (33.000 dollari) solo per vedere se poteva fare un film horror. E anche se non ne ha mai fatto un altro, deve essere stato sorpreso dai fedeli fan che questo suo “Carnival of Souls” ha raccolto.

V/H/S-film

V/H/S (2012) e V/H/S/ 2 (2013)

Preparatevi. Non tutti i capitoli in queste due antologie horror sono buoni ma ci sono un sacco di momenti WTF per lo spettatore più impavido. E tutto dipende da che tipo di orrore diventa davvero horror sotto la pelle. Demoni, fantasmi, rapimenti alieni, zombie, suicidi, V/H/S ha qualcosa per tutti.

Freaks (1932)

“Freaks” di Tod Browning può essere considerato come uno dei film più scioccanti mai realizzati. Cavalcando il successo di “Dracula” (1931) a Browning è stata data l’opportunità di fare Freaks per la MGM. Il film lancia un’occhio dietro la tenda dei circhi e dei fenomeni da baraccone: tutti reali. Il vertiginoso canto durante la scena della festa di fidanzamento fa ancora impressione. Lo potete vedere nel video ad inizio post.

Incubi notturni (1945)

Un’altra antologia, e un buon contrasto con lo stile di V/H/S. Un gruppo di sconosciuti si trovano insieme in una fattoria ed ogni ospite condivide una storia soprannaturale. Ogni storia offre i propri frutti, ma il segmento sul fantasma di Natale è perfetto.

La casa dei fantasmi (1959)

La casa sulla collina è realmente infestata?! Il milionario Frederick Loren e sua moglie organizzano una festa, gli ospiti devono rimanere tutta la notte nell’inquietante palazzo e otterranno una fortuna. Ma devono sopravvivere. Questo è probabilmente il miglior film di William Castle. E’ ben scritto, offre grandi prestazioni e genera una pelle d’oca genuina: un giallo spettrale che supera la prova del tempo.

The Innkeepers (2011)

Se in questa lista ci sono molte storie di fantasmi, c’è un motivo: i fantasmi sono qualcosa che potrebbero effettivamente esistere. Non si può davvero dire lo stesso di vampiri, zombie o qualsiasi altro tipo di mostro. “The Innkeepers” è una solida storia di fantasmi e Ty West sa come girare le viti della suspense.

    “Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita”.

I Video di Cineblog