Quando gli attori parlano di recitazione

Chi, meglio degli attori, può parlare della recitazione?

di carla

Oggi vi propongo 23 frasi pronunciate da 23 attori. Il tema? La recitazione. In tutti i suoi aspetti. Il rapporto con il pubblico, la fama, i soldi, il talento, le audizioni, i critici e i soldi. Scoprite con noi cosa hanno detto. Quale frase vi piace di più?

Johnny Depp: “Attore serio? Il termine è una specie di ossimoro. Se un giorno dirò ‘Sono un attore serio’, vi prego, schiaffeggiatemi”.

James Stewart: “Non bisogna trattare il pubblico come clienti. Occorre trattarli come partner nel crimine”.

Robert De Niro: “Ho dovuto decidere presto se dovevo essere un attore o una personalità”.

Katharine Hepburn: “Recitare è la professione del perfetto idiota. Il più piccolo dei doni e non un modo di alta classe per guadagnarsi da vivere. Dopo tutto, Shirley Temple poteva farlo all’età di quattro anni.”

Marlon Brando: “Mai confondere la dimensione del vostro stipendio con la dimensione del tuo talento.”

Jack Lemmon: “Se si vuole veramente essere un attore che può soddisfare se stesso e il pubblico, è necessario essere vulnerabile.”

Laurence Olivier: “Recitare è una forma di esibizionismo masochista. Non è proprio l’occupazione di un adulto.”

James Cagney: “Mai rilassarsi. Se ti rilassi, il pubblico si rilassa”.

Michael Caine: “Prima di tutto, scelgo i grandi ruoli, e se non arriva niente, scelgo quelli mediocri, e se non arrivano, scelgo quelli che pagano l’affitto. Sarò sempre lì”.

Robert Preston: “Mai confondere il pubblico con i critici.”

 James-Dean

James Dean: “Un attore deve interpretare la vita, e per farlo deve essere disposto ad accettare tutte le esperienze che la vita ha da offrire”.

Bette Davis: “Senza meraviglia e intuizione, la recitazione è solo un business”.

Alec Guinness: “Recitare è una felice agonia, perché un attore è totalmente vulnerabile ed esposto al giudizio critico”.

Catherine Deneuve: “Essere un attore significa essere uno strumento per qualcun altro. Ed io voglio dare tutta me stessa.”

Liam Neeson: “Per ogni attore di successo, ci sono innumerevoli che non ce la fanno. Si va ad un provino e ti dicono che sei troppo alto o troppo irlandese o che il tuo naso non va bene. E’ davvero difficile”.

Jeremy Irons: “Bisogna pensare e non solo parlare”.

Anthony Quinn: “Avere talento è come avere gli occhi azzurri. Non ammirate un uomo per il colore dei suoi occhi. Io ammiro un uomo per quello che fa con il suo talento”.

Gene Hackman: “Se si riesce a convincere la gente che quello che stai facendo è reale… è eccitante”.

Vanessa Redgrave: “Mi dò alle mie parti come un amante. E’ l’unico modo.”

Jack Elam: “La mia carriera di attore è passata attraverso cinque fasi principali: Chi è Jack Elam?, Datemi Jack Elam, Voglio un tipo alla Jack Elam, Voglio un giovane Jack Elam, e infine, Chi è Jack Elam?”

Joan Collins: “Nella recitazione bisogna sempre guardare esattamente dove stai andando, e se non sai dove stai andando, prosegui dritto per il bar.”

Miranda Richardson: “L’insicurezza, comunemente considerata come una debolezza nelle persone normali, è lo strumento di base nel commercio dell’attore.”

Derek Jacobi: “Gli attori hanno tre opzioni: Cinema per la fama, la televisione per i soldi, e il teatro per amore”.

Il video ad inizio post è un omaggio a Bette Davis.

Fonte: Listal

    “Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita”.

I Video di Cineblog