Che fine ha fatto Henry Thomas?

Che fine ha fatto Henry Thomas? Scopriamo cosa è accaduto al ragazzino che negli anni ’80 interpretava Elliott nel classico “E.T. l’extraterrestre”.

Oggi ci occupiamo della carriera di Henry Thomas, attore texano nato il 9 settembre 1971 con un curriculum che lo ha visto partecipare ad oltre 40 film, ma Thomas è noto al grande pubblico principalmente per il ruolo di Elliott in E.T. – L’extraterrestre, il classico anni ’80 diretto da Steven Spielberg.

Se riuscissi a gudagnare abbastanza soldi, mi piacerebbe acquistare un castello, un castello storico che possa ristrutturare.

Thomas decide che diventerà un attore all’età di 8 anni dopo aver visto uno speciale televisivo sulla recitazione. Il debutto su grande schermo arriva tre anni più tardi nel 1981, dopo aver partecipato a un’audizione aperta in un hotel di San Antonio si ritrova sul set al fianco di Eric Roberts e Sissy Spacek nel dramma Lontano dal passato in cui si raccontano le vicende di una piccola cittadina del Texas.

Non posso stare a Los Angeles troppo a lungo perché comincia ad influenzarmi in un modo che non mi piace.

Henry Thomas e Drew Barrymore ai Golden Globe (1983):

Un anno dopo arriva il ruolo di una vita, Thomas viene scelto da Steven Spielberg come protagonista di E.T. l’extraterrestre, il film riscuote un successo planetario (4 Premi Oscar e 792 milioni di dollari d’incasso) e per Thomas fioccano le nomination come miglior attore protagonista ai Golden Globe, ai BAFTA e ai Saturn Awards con una vittoria agli Young Artist Awards.

Ho dei cavalli, guido un camion e indosso stivali da cowboy. In primo luogo io sono un texano.

Terminato E.T. Thomas torna in Texas dove riprende una vita normale dedicandosi allo studio e solo occasionalmente alla recitazione (in quel periodo si cimenta con ruoli televisivi e su grande schermo recita nel remake La finestra sul delitto aka Cloak & Dagger).

Il provino per E.T. l’extraterrestre:

Naturalmente ci sono stati momenti in cui mi è dispiaciuto essere il ragazzino di ‘E.T.’. Il mio mondo è andato completamente fuori di testa. Ero in quel momento di fama stupida dove non si può andare da nessuna parte.

Thomas torna al cinema a tempo pieno alla fine degli anni ’80 e nel 1990 compiuti 19 anni cominciato a dimostrare il suo valore in ruoli più adulti, in particolare lo vediamo interpretare la versione più giovane del Norman Bates di Anthony Perkins in Psycho 4. Gli anni ’90 lo vedranno recistare anche nel dramma sci-fi Bagliori nel buio (1993) e in Vento di passioni (1994) in cui interpreta il figlio di Anthony Hopkins nonché fratello minore di Brad Pitt e Aidan Quinn. Gli anni ’90 si concludono con ruoli nel western Il cavaliere della vendetta (1996), nel drammatico Niagara, Niagara (1997) e nella miniserie tv Moby Dick (1998) in cui interpreta Ishmael.

Henry Thomas è Samuel Ludlow in “Vento di passioni”:

L’unica cosa che ho sempre fatto è quella di cercare di non complicare nulla.

Gli anni 2000 lo vedono recitare al fianco di Matt Damon e Penelope Cruz nel dramma Passione ribelle (2000), interpretare un ruolo di supporto (Johnny Sirocco) per Martin Scorsese in Gangs of New York (2002) e in veste di protagonista recitare nel thriller-horror Ore 11:14 – Destino fatale (2004) e negli horror televisivi La casa maledetta (2004), Desperation (2006) e Incubi e deliri (episodio “La fine del gran casino” – 2006).

E’ molto importante tornare da dove si è venuti.

Tra il 2007 e il 2011 recita nei serial tv Senza traccia (episodi “Gli errori di una madre” e “Azzerare”), CSI: Scena del crimine (episodio “Il vero colpevole”) e nella quarta stagione di The Mentalist (è il fratello della detective Teresa Lisbon / Robin Tunney nell’episodio “Il filo rosso verso Carmine O’Brien”).

Le apparizioni più recenti di Thomas su grande schermo risalgono al 2010 nel dramma romantico Dear John in cui interpreta il rivale in amore di Channing Tatum, nel 2011 interpreta la leggenda country Hank Williams in The Last Ride e nel 2013 è il poeta Philip Whalen nel dramma Big Sur tratto dall’omonimo racconto di Jack Kerouac.

Henry Thomas e Leonardo DiCaprio in “Gangs of New York”:

Thomas dalla metà fino alla fine degli anni ’90 ha scritto canzoni, ha cantato e suonato la chitarra per la band texana The Blue Heelers. Anche se la band non ha mai firmato per un’etichetta discografica ha autoprodotto l’album “Twister”. Quando Thomas nel 1998 si trasferì a Los Angeles la band si sciolse, ma Thomas ha continuato a scrivere e registrare canzoni.

Nel 1998 la sua canzone “Truckstop Coffee” registrata con i The Blue Heelers è stata inclusa nella colonna sonora del film Niagara, Niagara in cui Thomas recitava anche una parte. Nel 2003 Thomas ha recitato e lavorato con Nikki Sudden sulla musica per il film Honey Baby di Mika Kaurismäki componendo quattro canzoni originali scritte ed eseguite da Thomas nei panni del suo personaggio, il musicista fittizio Tom Brackett.

Thomas è stato sposato due volte, la prima volta nel 2000 con Kelly Hill dalla quale ha divorziato nel 2002 per poi nel maggio del 2004 convolare a seconde nozze con Marie Zielcke, popolare attrice tedesca da cui si è separato a maggio del 2007 e da cui ha avuto una figlia di nome Hazel Thomas.

Henry Thomas è Norman Bates in “Psycho 4”:

Speciale televisivo su Henry Thomas:

Henry Thomas viene inserito nella “Texas Film Hall of Fame”:

I Video di Cineblog