Il meglio del 2006 secondo Stephen King

Non va più così spesso al cinema come poco tempo fa, ma continua a vedere molti film. Certo, ormai in tv ci sono molte serie che vale la pena di vedere (le sue preferite sono My Name is Earl, Lost, Prison Break ed altre ancora) e possono essere dei sostituti del grande schermo, ma Stephen

Non va più così spesso al cinema come poco tempo fa, ma continua a vedere molti film. Certo, ormai in tv ci sono molte serie che vale la pena di vedere (le sue preferite sono My Name is Earl, Lost, Prison Break ed altre ancora) e possono essere dei sostituti del grande schermo, ma Stephen King ha voluto comunque stilare la sua top ten del 2006.

Ha amato in particolare alcuni film che non rientrano comunque nella sua classifica (come The Prestige o Hostel), ma ribadisce il concetto che sta diventando sempre più difficile andare al cinema, viste appunto la qualità delle serie e di alcuni show.

Non resta che leggerci assieme questa sua classifica, che non è certo priva di horror ma non ha solo quelli, anzi…!

10. Indian – La grande sfida perchè è divertente e commovente.
9. Le tre sepolture che, nonostante l’orribile titolo (parole sue!), è un gran film.
8. Waist Deep perchè film d’azione così in vecchio stile non se ne fanno più.
7. Snakes on a Plane per il suo protagonista Samuel L. Jackson e la sua sceneggiatura tesa e divertente!
6. The Illusionist per i suoi due protagonisti (Norton e Giamatti) e per il finale che l’ha riportato subito in sala…
5. The Descent – Discesa nelle tenebre perchè è il miglior horror dell’anno.
4. Casino Royale perchè è il miglior film su 007!
3. The Departed – Il bene e il male perchè, nonostante i film con troppe star non funzionino spesso, questa è un’eccezione.
2. United 93, e se l’Academy non lo candiderà all’Oscar dovrà ben vergognarsi.
1. Il labirinto del fauno perchè è il miglior fantasy dai tempi de Il mago di Oz. Bellissimo ed emotivamente feroce.

[Grazie a CastleRock per la classifica!]

I Video di Cineblog