Box Office Usa: Think Like a Man Too batte 22 Jump Street – male Jersey Boys

Box Office Usa 20/22 giugno | Think Like a Man Too straccia Jersey Boys. Battuto 22 Jump Street

Due anni dopo il boom di Think Like a Man, 33 milioni al debutto e 91 a fine corsa, Tim Story è tornato al cinema con l’inevitabile sequel, Think Like a Man Too, costato 24 milioni e in grado di incassarne 30 al debutto. Primato conquistato e 22 Jump Street battuto di un soffio, ma tutt’altro che ‘depresso’ per il trono perduto. La commedia Sony ha infatti incassato altri 29 milioni in 72 ore, per un totale arrivato all’incredibile cifra di 111 milioni di dollari in 10 giorni di programmazione. Più che raddoppiati i 50 milioni di budget, per un sequel che finirà per stracciare i già clamorosi 138 milioni del primo capitolo. E’ così scivolato in 3° posizione Dragon Trainer 2. Altri 25 milioni per il cartoon Dreamworks, che ha raggiunto quota 95 milioni al suo secondo weekend di programmazione. Siamo ancora sopra i 92 incassati nello stesso lasso di tempo dal primo ‘episodio’ nel 2010.

Solo quarto all’esordio e tutt’altro che strabordante Jersey Boys di Clint Eastwood. Accolto tiepidamente dalla critica a stelle e strisce, il film Warner si è fermato ai 13.5 milioni di dollari al debutto, dopo esserne costati 40. Siamo comunque sopra agli 11,217,324 dollari di J. Edgar, che nel 2011 chiuse la sua corsa americana con appena 37 milioni in cassaforte. 186, invece, i milioni di dollari raggiunti da Maleficent (522 milioni worldwide, record per Angelina Jolie), con Edge of Tomorrow a quota 74 e negli States decisamente ‘disastroso’, essendo costato 180 milioni. A salvarlo, fortunatamente, i mercati esteri, con un totale worldwide che ha raggiunto i 255 milioni di dollari.

Sono diventati 99 i milioni di dollari rastrellati da Colpa delle Stelle, successone Fox costato appena 12 milioni, con X-Men: Giorni di un Futuro Passato arrivato ai 217 milioni di dollari (superati i 215 di X-Men 2, 678 worldwide), Chef ai 17 e Godzilla ai 195. Fine settimana praticamente a senso unico il prossimo grazie all’uscita monster di Transformers: Age of Extinction. Oltre 4000 copie per il kolossal di Michael Bay, chiamato a superare i 70,502,384 dollari all’esordio del primo capitolo, i 108,966,307 dollari del secondo oppure i 97,852,865 dollari del terzo, uscito nel 2011. Riusciranno nell’impresa i robottoni Paramount?

I Video di Cineblog