Box Office Usa – Apes Revolution – Il pianeta delle scimmie fa boom al debutto: 73 milioni in 72 ore

Scimmie all’attacco del box office Usa

Trascinato da critiche più che positive, e in uscita 3 anni dopo i 176,760,185 dollari incassati dal sorprendente l’Alba del Pianeta delle scimmie, l’atteso sequel Apes Revolution ha subito fatto suo il box office Usa, con 73 milioni di dollari incassati al debutto. Stracciati i 54,806,191 dollari rastrellati all’esordio nel 2011, per un capitolo 2 diretto da Matt Reeves costato ben 170 milioni e arrivato ai 103 dollari d’incasso worldwide. E’ facile immaginare che la pellicola Fox possa abbattere il muro dei 600 milioni finali in tutto il mondo, facendo automaticamente meglio dei 481,801,049 dollari incassati dal film di Rupert Wyatt.

Sconfitto dopo due fine settimana passati in testa, ma era scontato, Transformers: Age of Extinction. Sono diventati 209 i milioni di dollari incassati sul suolo americano dal film di Michael Bay, che diventerà al 99% il capitolo con i minori americani incassi della saga. Ma a salvarlo, neanche a dirlo, ecco arrivare i mercati esteri, Cina da record in testa, con ben 752 milioni di dollari già incassati in tutto il mondo. 262,600,000 di questi incassati solo sul suolo cinese. Frantumato il record storico di Avatar, nel 2010 arrivato ai 221.900.000 dollari. Superati inoltre i 727 milioni worldwide di X-Men: Giorni di un Futuro Passato. Della pellicola Paramount il miglior incasso del 2014, con il muro del miliardo al 90% certo di cadere. 57 milioni di dollari in tasca dopo esserne costati solo 20 per Tammy, comemdia Warner, con il travolgente 22 Jump Street arrivato ai 172 milioni (254 worldwide) ed Earth to Echo ai 25. Il meraviglioso Dragon Trainer 2 ha invece toccato quota 152 milioni (350 in tutto il mondo), con i 217,581,231 dollari del primo capitolo irragiungibili, mentre l’horror Deliver Us from Evil ha raggiunto i 25 milioni, Maleficent i 222 (669 in tutto il mondo), Begin Again i 5.2, Jersey Boys i 41 e Think Like a Man Too i 62. Da segnalare infine i 359,000 dollari incassati dall’acclamato Boyhood, 100% di recensioni positive su Rotten, uscito in 5 sale e in grado di incassare 71,800 dollari a copia. Girato nell’arco di 12 anni, il film di Richard Linklater è costato poco meno di 3 milioni. E ora punta agli Oscar.

Weekend molto ricco il prossimo grazie alle uscite di Sex Tape, comedy R-Rates Sony / Columbia con Cameron Diaz e Jason Segel mattatori; Planes: Fire & Rescue, sequel del terribile Planes Disney chiamato a far meglio dei 22,232,291 dollari al debutto dello scorso anno; e soprattutto The Purge: Anarchy, capitolo 2 del sorprendente film di James DeMonaco un anno fa esordiente con 34,058,360 dollari. Chi batterà le furiose scimmie di Apes Revolution?

I Video di Cineblog