Barbecue: 4 clip in italiano della commedia con Lambert Wilson

Barbecue: video, trailer, poster, immagini e tutte le informazioni sulla commedia di Éric Lavaine nei cinema italiani dall’11 settembre 2014.

di cuttv

Aggiornamento di Pietro Ferraro

Disponibili 4 clip in italaino tratte da Barbecue, la commedia francese diretta da Éric Lavaine in arrivo nei cinema italiani con AcademyTwo il prossimo 11 Settembre.

Barbecue! Basta la parola ad evocare un tavolo davanti ad una bottiglia di buon vino, le vacanze e l’atmosfera di momenti speciali. Il protagonista Antoine (Lambert Wilson) ha appena compiuto 50 anni e ha deciso che è arrivata l’ora di cambiare la propria vita! Stop alle diete ipocaloriche, alle regole e alla cautela. E’ arrivato il momento di godersi la vita con gli amici di sempre. Il nuovo film di Éric Lavaine è una commedia irresistibile e brillante sull’importanza dell’amicizia.

Il cast del film include Lambert Wilson, Franck Dubosc, Florence Foresti, Guillaume de Tonquédec, Lionel Abelanski, Jérôme Commandeur e Sophie Duez.

A seguire trovate un’intervista al regista e le altre clip, e se volete approfondire vi segnaliamo anche una recensione in anteprima del film.

Clip 2 – Il Sarcasmo della Pistola:

Intervista al regista Éric Lavaine

Barbecue è il suo quinto film, in cosa è diverso dai suoi precedenti?

Ho provato a fare un film personale e intimo su un mondo che conosco bene–la mia vita. E per me e Hector Cabello Reyes, il mio co-sceneggiatore, i nostri amici sono fondamentali nella nostra vita. Per scrivere il film, abbiamo iniziato dall’idea che non c’è famiglia migliore che quello che crei tu stesso, cioè i tuoi amici. Il problema è che dopo un paio di decenni, i tuoi amici diventano come la famiglia, con tutti i conflitti, le gelosie, i litigi e cosa terribile con tutte le cose non dette come in una famiglia.I tuoi amici ti fanno diventare pazzo, ma alla fine, non puoi farne a meno.

Come è nata l’idea?

Per la sceneggiatura e per il modo di raccontare tutte quelle emozioni divertenti, piacevoli o spiacevoli che i protagonisti condividono con i propri amici, abbiamo preso ispirazione dai nostriamici reali, ma abbiamo miscelato e modificato i caratteri. Nessuno di loro saprebbe davvero riconoscere se stesso, fortunatamente, perché mi piacerebbe conservarli tutti come amici! Una volta sviluppata la storia generale, abbiamo poi lavorato sul background di ogni personaggio, le sue peculiarità caratteriali e le caratteristiche con cui il pubblico sarebbe stato in grado di identificarsi. Tutti abbiamo un amico che è diventato noiosissimo e tradizionalista prima del tempo, un altro che porta nel gruppo un nuovo partner e uno che non parla mai dei suoi problemi o un amico di infanzia in fondo mai cresciuto.

Le situazioni raccontate nel film provengono dalla tua vita reale?

Ho provato a trasmettere situazioni che ho vissuto e che spero riescano a trasmettere qualcosa al pubblico. Come si fa a gestire i rapporti con una coppia di amici comuni che si è separata? Cosa succede quando viene introdotto un nuovo fidanzato? Come si fa ad aiutare, in modo discreto, un amico la cui carriera sta andando in malora? Che consiglio è meglio non dare ad un amico se il figlio sta smarrendo la retta via? Come spieghi ai tuoi amici che non hai nulla di nuovo da dirgli? E soprattutto cosa vuol dire essere un amico “vero”? Ci sono anche alcuni problemi terribilmente pratici che mi interessavano, per esempio come decidere l’assegnazione delle camere in una casa di vacanze condivisa o come ripartire le faccende domestiche. Su questo ultimo punto, si potrebbe parlare, per esempio, di una “Sindrome da barbecue”, il personaggio che ha posizionato il pezzo di carne sulla griglia ritiene di aver fatto la sua parte di compiti e tutto il resto, naturalmente, spetta a sua moglie, la spesa, lavare i piatti ed educare i bambini.

Come ha scelto il titolo BARBECUE?

Mi piace la parola. Ha un bel suono e evoca un’immagine di amici e famiglia, pensi subito al bel tempo, alle vacanze, ai piaceri semplici e a trascorrere del tempo piacevole insieme. C’è qualcosa di particolarmente divertente nel mangiare carne (spesso cotta poco e male) con le dita (che invece sono bruciacchiate!). E mi piace il fatto che il barbecue è qualcosa che si può fare solo in un gruppo. Non prepari mai il barbecue solo per te.

Il cibo è molto presente nel suo film…

Volevo fare un film che facesse venire alla gente che esce dal cinema la voglia di mangiare e di vedere i loro amici. Il cibo è importante nel film, così come socializzare con gli amici intorno a un tavolo. E con l’età, il cibo assume un’importanza crescente. È proprio Antoine che dice: “la tenerezza sostituisce il sesso nelle vecchie coppie, come il cibo lentamente prende il posto delle cazzate fatte con gli amici

Clip 3 – La simpatia di Yves:

Clip 4 – Una Sangria Speciale:

Barbecue: crisi di mezza età e legami di amicizia a tavola con il cinema francese

Un gruppo di amici si riunisce intorno al Barbecue di Eric Lavaine per arrostire crisi di mezza età nella nuova commedia francese che arriva al cinema a settembre con Academy Two.

Il cinema francese esce dalla sua cucina da gourmet & bistrot per rinunirsi intorno al Barbecue di Éric Lavaine, e portare sul grande schermo un pasto conviviale tra amici di vecchia data, a base di insidie di mezza età, e relazioni a prova di conflitti, gelosie, litigi e segreti.

La nuova commedia del regista francese di Incognito e Benvenuto a Bordo, porta infatti a tavola e al cinema la condivisione e convivialità del cibo, e delle esistenze di un gruppo di amici, riuniti intorno ad Antoine che festeggia i suoi primi cinquant’anni di vita controllata e salutista con un bell’attacco di cuore.

Il personaggio principale interpretato da Lambert Wilson (da Sahara a Molière in bicicletta), ha un buon lavoro, una moglie bella e intelligente, qualche scappatella, un gruppo di amici più o meno affiatati sin dai tempi di scuola, e una forma fisica invidiabile che non gli risparmiano un infarto ,e quella crisi di mezza età che lo spinge a stravolgere tutto e liberarsi di ogni inibizione, rivedendo il rapporto con chiunque, a partire dai figli e la moglie Véronique (Sophie Duez).

Barbecue - Eric Lavaine

Un cambiamento travolgente che rimette in gioco anche i vecchi legami di amicizia con Baptiste (Franck Dubosc), appena separato da Olivia (Florence Foresti) con una passione religiosa per il calcio ell’Olympique Lyonnais; dal piccolo borghese cattolico Yves (Guillaume de Tonquedec) un po’ piantagrane ma molto amato dalla moglie Laure (Lysiane Meis); Laurent (Lionel Abelanski) sull’orlo del fallimento che nasconde alla moglie Nathalie (Valérie Crouzet) ma non agli amici; e il giocherellone single Jean-Michel (Jérôme Commandeur).

Barbecue - Eric Lavaine

Barbecue arriva nelle nostre sale il prossimo 11 settembre distribuito da Academy Two, mentre potete sbirciare trailer italiano, poster e qualche foto nella gallery.

Un gruppo variegato che mette in scena le dinamiche sceneggiate da Eric Lavaine insieme a Héctor Cabello Reyes, prendendo spunto dalla sua vita, per il Barbecue dalle atmosfere soleggiate, girato tra Lione e le Cévenne francese dove il regista ha trascorso una parte della sua infanzia.

barbecue_poster_ita

I Video di Cineblog

Ultime notizie su Film Europei

Tutto su Film Europei →